ammianus

Giovedì 1 Gennaio, 01:00
Lungi da me difendere i centri sociali ma il loro danno è limitato mentre qui si parla di legittimazione di violenza endemica.
dalla notizia:
Giovedì 1 Gennaio, 01:00
La St. Johns è un'università e credo che li le cose funzionino diversamente da una scuola media. Un po di concorrenza non farebbe male agli insegnanti ma non certo in questo modo. Tra l'altro penso che sia sbagliato credere che i metodi che funzionano nell'ecoomia privata debbano funzionare nel servizio pubblico. Colgo l'occasione per ricordare che i sistemi scolastici migliori del mondo (es. Finlandia, Nuova Zelanda) sono incentrati su scuole pubbliche non privarte. In USA si affidano alle scuole private e si vede con quali risultati.
dalla notizia:
Giovedì 1 Gennaio, 01:00
Condivido. Anche se sono insegnante temo che i miei colleghi abbiano una certa tendenza a rifiutare i cambiamenti invece di cercare di capirli. Forse è una tendenza che ha anche a che fare con il modo in cui il personale scolastico viene selezionato ovvero tramite assurdi concorsi che tendono a fare della scuola un sistema in se stesso. Probabilmente la penso in questo modo perchè in vita mia non ho fatto solo l'insegnante ma anche altro.
dalla notizia:
Giovedì 1 Gennaio, 01:00
Và benissimo. Ma non è compito della scuola ripensare la società. E' compito dei cittadini tramite i loro rappresentanti ovvero i politici....
dalla notizia:
Giovedì 1 Gennaio, 01:00
Non sono d'accordo. La scuola del passato riceveva alunni educati ed aveva a sua volta il compito di istruirli. Oggi la siatuazione non √® pi√Ļ questa. La scuola deve ridurre e cambiare gli obiettivi di istruzione e porsi seriamente la domanda su quali scopi educativi perseguire. Inutile discutere quello che le famiglie dovrebbero o non dovrebbero fare. I motivi per cui le famiglie no vogliono o non possono educare come facevano prima sono tanti ed indipendenti dalla volont√† di scuola e famiglie. Penso che sia molto pi√Ļ costruttivo discutere su cosa la scuola potrebbe fare per subentrare alle famiglie. Tanto per cominciare forse una cosa che costa poco ed ha un certo effetto: lavorare in maniera pi√Ļ stretta e collaborativa con i genitori.
dalla notizia:
Giovedì 1 Gennaio, 01:00
E chi glielo dice che in nordeuropa c'√® pi√ļ razzismo che da noi? Ha dati certi o √® una sua impressione soggettiva data dal fatto che Lei √® sudeuropea e quindi per definizione "buono"...
dalla notizia:
Giovedì 1 Gennaio, 01:00
Non è vero che in Italia possa entrare chiunque. Faccia un esperimento: vada in aereo in Nigeria, si tinga la faccia di nero e poi intraprenda il viaggio verso l'Italia. Sperimenterà sulla propria pelleche non è un'impresa facile.
dalla notizia:
Giovedì 1 Gennaio, 01:00
Gli "ordini dall'alto" sono puro frutto di fantasia. L'immigrazine è un fenomeno spontaneo. Ciò naturalmente non toglie che occorre governarlo. 100 anni fà i protestanti americani erano assolutamente convinti che le masse di immigrati italiani migrassero in america per un ordine del papa teso ad invadere gli USA. Tutti noi, qualunque sia l'orientamento ideologico, sappiamo che nessun papa ha mai dato agli italiani l'ordine di emigrare. Sono emigrati spontaneamente. Esattamente comi i migranti di oggi.
dalla notizia:
Giovedì 1 Gennaio, 01:00
Condivido. Tuttavia lo stesso vale per il comunismo. Eppure berlusconi √® andato al governo dichiarando di voler salvare l'Italia dal comunismo... Speriamo che non ci salvi pi√Ļ...
dalla notizia:
Giovedì 1 Gennaio, 01:00
Caro amico siamo l'ottava economia del mondo. Questo vuol dire che su questo pianeta ci sono altri sette paesi messi meglio di noi e circa 200 messi peggio. Molto peggio. Se noi non ci "possiamo permettere" di gestire il problema in maniera decente chi dovrebbe farlo? Gli altri 200? Nessuno ha favorito l'arrivo dei profughi. Il problema √® naturalmente molto grave ma la caccia alle streghe non serve a nessuno. Tra l'altro non la faccio neanche io. Io sono risolutamente antisalviniano ma non perch√® credo che salvini istituira i campi di concentramento una volta al governo. Una volta al governo e confrontato per la prima volta con problemi concreti salvini si sgonfier√† come un palloncino e far√† pi√Ļ o meno le cose che f√† ora Minniti.
dalla notizia:
Giovedì 1 Gennaio, 01:00
Codivido in tutto. Soprattutto la questione della legalit√†. E' una vita che sostengo l'assoluta priorit√† della legalit√† e della certezza del diritto. Pi√Ļ di uno mi ha dato del comunista per questo. Come possiamo pretedere che gli altri rispettino le nostre leggi se noi stessi siamo i primi a trasgredirle? Lo stato italiano non √® debole per colpa di Bruxelles o dei buonisti, lo stato italiano √® debole perch√® gli italiani stessi lo hanno reso tale.
dalla notizia:
Giovedì 1 Gennaio, 01:00
Caro peter58 (finalmente uno che non insulta!), le ricordo un caso analogo: donald trump il campione delle destre sovraniste. Che fine hanno fatto le sue promesse? Il muro col Messico non s'è ancora visto. Il suo governo è formato solo da miliardari che se pure non sono radical sono senz'altro chic... Le sue iniziative del primo anno di amministrazione sono dettate quasi tutte da dilettantismo e incompetenza. Ha chiuso le frontiere per pochi paesi musulmani da cui peraltro non è mai venuto un terrorista (o a lei risulta che dal Sudan ne siano venuti?) mentre è andato di persona a fare affari con il re dell'arabia saudita paese dal quale proveniva metà degli attentatori dell'11 settembre. Se tanto mi da tanto salvini che stravede per trump sarà un bluff come il suo idolo. Potendo scegliere miterrei Minniti...
dalla notizia:
Giovedì 1 Gennaio, 01:00
Vi offendete se quelli di sinistra vi danno dei fascisti ma siete i primi a dare dei comunisti a tutti quelli che la pensano diversamente da voi. Anche il comunismo in Italia è morto ed era morto molto prima della svolta di Occhetto. Quindi qualunque discussione sul comunismo in Italia è fuori luogo...
dalla notizia:
Giovedì 1 Gennaio, 01:00
La Merkel prima di mettersi in politica insegnava fisica all'università.
dalla notizia:
Giovedì 1 Gennaio, 01:00
Non sarei tanto sicuro del fatto che i profughi sono una minoranza. Lo sono da un punto di vista strettamente legale ma da un punto di vista reale praticamente in ogni paese africano c'è la guerra civile e quindi quasi tutti i neri che vengono qui sono profughi. salvini quando nega lo status di profughi cita dati fasulli come le banconote del monopoli. Un caso su tutti: la Nigeria. Li la guerra civile non c'è, ufficialmente. Ma provatevi ad andarci....
dalla notizia:
Giovedì 1 Gennaio, 01:00
Caro in ore veritas, io ho fatto il cameriere in USA, il portiere d'albergo in Inghilterra e il metalmeccanico in Germania. Sono un'emigrante orgoglioso di esserlo. Pertanto, anche se la condizione di un emigrato africano o asiatico non può essere paragonata con quella di un europeo, difendo chi è nella mia stessa posizione. Distinti saluti.
dalla notizia:
Giovedì 1 Gennaio, 01:00
Rispondo quando ho tempo per farlo e rispondo in maniera corretta anche a quelli che mi insultano. Nessun governo italiano ha invitato profughi e immigrati. Chi sostiene il cotrario dice il falso. Non esiste nessuna "complicità" della UE. Profughi e immigrati seppure diversi vengoo per gli stessi motivi per cui venivano all'epoca del governo berlusconi. Che all'epoca ne venissero di meno non ha certo a che vedere con l'attegiamento del governo italiano visto che il 99,9% dei profughi non sà nemmeno se il governo italiano è di sinistra o di destra. Non ho nulla da eccepire sul fatto che la presenza della maggioranza degli immigrati/profughi in Italia è illegale tuttavia le faccio notare che a quelli che in un modo o nell'altro sono qui non dessimo un tetto sulla testa e qualcosa da mangiare andrebbero a rubare tutti dalla mattina alla sera mentre con le politiche cosiddette "umanitarie" lo fà solo una parte. Non è buonismo, è puro buon senso.
dalla notizia:
Giovedì 1 Gennaio, 01:00
Caro mig20 io non ho insultato nessuno. Nonostannte salvini viviamo in un paese democratico e l'opinione di un laureato vale quanto quella di chi non lo è. Fatto salvo questo può spiegarmi perchè se uno non laureato e seza esperienza spedisceil proprio curriculum ad un'azienda di 60 dipendenti proponendosi come amministratore delegato nella migliore delle ipotesi suscita l'ilarità generale mentre se la stessa persona si candida a Presidente del Consiglio di u paese di 60 milioni di abitanti viene osannato? Secondo Lei per fare il politico non sono necessarie qualifiche? Mi dispiace, sarò un "radical chic" ma secodo me questo è inaccettabile. A proposito: ma che cos'è un "radical chic"?
dalla notizia:
Giovedì 1 Gennaio, 01:00
Egregio in ore veritas, la mia affermazioe era basata sull'esperieza da me fatta ad es. con i miei amici friulani che mi paiono pi√Ļ razzisti dei romani con tutto che in tutto il Friuli non c'√® un decimo degli immigrati che ci sono qui nonch√® sull'esperienza fatta in Germania dove i tedeschi dell'est che gli immigrati li vedono solo in televisione votano al 20% AFD mentre in Renania dove gli immigrati ammontano ad un quarto della popolazione lo stesso partito raggiunge a mala pena il 5%. Distinti saluti.
dalla notizia:
Giovedì 1 Gennaio, 01:00
Non √® solo paura ma √® in buona parte paura. Lo dimostra il fatto che quelli pi√Ļ preoccupati soo quelli che vivono in zone con meno immigrati mentre quelli che vivono in zone ad alta immigrazione (ad es. le citt√†) essedoci abituati sono meno spaventati. Comunque penso che Minniti abbia ragione a prendere comunque sul serio le paure indipendentemente da quanto siano fondate.
dalla notizia:
Giovedì 1 Gennaio, 01:00
E' evidente che non √® colpa del governo visto che i profughi vengono per motivi che nulla hanno a che fare con la nostra politica interna. Minniti ha risolto il problema in maiera forse non perfetta ma sicuramente pi√Ļ convincente di quanto abbiano fatto berlusconi e la lega quando si sono ritrovati ad affrontare un problema analogo ma infinitamente meno grave. L'unica soluzione che venne in mente a forzisti e leghisti fu di pagare una tangente a gheddafi. Ora vogliono dare lezioni agli altri...
dalla notizia:
Giovedì 1 Gennaio, 01:00
San Remo? In fondo il posto giusto per un cantastorie come salvini.
dalla notizia:
Giovedì 1 Gennaio, 01:00
Devo dire che Minniti mi piace. Non fà sparate, ha dimostrato di essere capace, equilibrato e l'ultima uscita mi pare mostri anche buon senso. Tutte qualità che mancano a salvini che non ha qualifiche (non è stato neanche capace di laurearsi e vuole fare il Presidente del Consiglio...), sa fare solo sparate, non ha la benchè minima esperienza di governo, per non parlare dell'equilibrio del buon senso. Farà la fine di berlusconi ovvero rinnegato da tutti quelli che prima lo osannavano...
dalla notizia:
Giovedì 1 Gennaio, 01:00
"Giuriamo di morire in gloria..." Liberamente tratto dall'inno argentino.
dalla notizia:
Giovedì 1 Gennaio, 01:00
"Noi ci ergeremo con le armi in pugno, giovani e vecchi, uomini e donne e diremo si alla morte..." Liberamente tradotto dall'inno nazionale del Senegal.
dalla notizia:
Giovedì 1 Gennaio, 01:00
"La giovent√Ļ curda sar√† sempre pronta a sacrificare la propria vita... la nostra √® una storia di sangue..." Liberamente tradotto dall'inno del popolo curdo.
dalla notizia:
Giovedì 1 Gennaio, 01:00
O gesu gesu... siamo al delirio.
dalla notizia:
Giovedì 1 Gennaio, 01:00
Scusi ma Lei quali "ambienti interazionali" frequenta?
dalla notizia:
Giovedì 1 Gennaio, 01:00
Attenti al gomblottoooo!
dalla notizia:
Giovedì 1 Gennaio, 01:00
Lei sà formulare anche giudizi basati su fatti o si limita ad articolare luoghi comuni che erano già vecchi al tempo di mio nonno? Se applico il suo modo di ragionare agli italiani per converso mi pare chiaro che noi non siamo altro che una massa di mafiosi, delinquenti, mangiaspaghetti e suonatori di mandolino....
dalla notizia:
Utenti più attivi / 7 giorni
con 94 commenti
con 89 commenti
con 82 commenti
con 78 commenti
con 75 commenti
Utenti che segue
Ancora nessun utente!
Utenti che lo seguono
Nessun follower, per ora!
QUICKMAP