apriap

Giovedì 1 Gennaio, 01:00
Vorrei che tutto questo movimento fosse stato fatto per la riapertura del Teatro Valle, che è "solo" del diciottesimo secolo, sala splendida che sta andando in pezzi e facciata del Valadier, sciaguratamente chiuso da Alemanno. Sono passati... quanti? Sette anni? A parte la lunga occupazione finita in nulla, non ho più sentito una vocina. Con rispetto per il Conema America e simili, al Valle ho visto recitare gente come Tino Buazzelli o Vittorio Caprioli... Una delle sale più belle d'Europa sta marcendo, interessa a qualcuno? Attori? Intellettuali? Morti di fame qualsiasi?
dalla notizia:
Giovedì 1 Gennaio, 01:00
Avete frainteso: era l'orario effettivo di partenza dal capolinea.
dalla notizia:
Giovedì 1 Gennaio, 01:00
L'assoluzione era troppo per loro, facile pendere i faldoni e sbatterli a qualcun altro. Vigliacchi, neanche il coraggio di prendere posizione.
dalla notizia:
Giovedì 1 Gennaio, 01:00
Effettivamente non ci avevo pensato... povero chi gli è passato tra le mani, indagando indagando qualche decesso o "infezione nosocomiale" potrebbero trovare spiegazione.
dalla notizia:
Giovedì 1 Gennaio, 01:00
Parla di quello che conosci, altrimenti evita di commentare. Nei casi più gravi, la Hashimoto può essere davvero dura.
dalla notizia:
Giovedì 1 Gennaio, 01:00
Te e io non facciamo parte del mondo della moda o dello spettacolo. Certe ammissioni richiedono coraggio e possono costarti care. Ricordati come tritarono la grandissima Mia Martini, un paio di dicerie, qualche guaio di salute, parte la nomea di iettatore e sei finito. E comunque anch'io ho problemi cronici di salute e non li vado a sbandierare in giro, niente di grave o di cui vergognarsi, eppure persino in un normale ambiente d'ufficio certi coming out possono crearti problemi.
dalla notizia:
Giovedì 1 Gennaio, 01:00
La parola "miracolo" è quanto mai fuor di luogo: è andata bene per l'intraprendenza e la prontezza di spirito di un ragazzo in gamba, l'intervento rapidissimo di un addetto e un pizzico di fortuna. Se aspettavano il miracolo, il bambino restava sui binari.
dalla notizia:
Giovedì 1 Gennaio, 01:00
E c'è chi muore di fame.
dalla notizia:
Giovedì 1 Gennaio, 01:00
E se lei facesse lo sforzo di non aggredire i suoi interlocutori? Il mio commento sarà stato pure "ridicolo", al contempo si sforzava di essere civile. Almeno si risparmi la divinazione tipo "penso di essere stato in Russia più volte di Lei", non ha gli elementi per simili prese di posizione.
dalla notizia:
Giovedì 1 Gennaio, 01:00
Lodevole iniziativa, questa raccontata. Prima di esaltarti, tuttavia, ti consiglio di andarci, in Russia. Servizi e infrastrutture sono davvero in pessime condizioni e la gran parte di un territorio immenso ne è proprio priva. Persino una povera romana che non guida e combatte tutti i giorni con l'Atac è felice di vivere in Italia, credimi.
dalla notizia:
Giovedì 1 Gennaio, 01:00
Occorrerebbero autisti che recuperino vecchie usanze, come fermarsi agli stop, rispettare i rossi, mettere le frecce... Non mi risulta che sia necessario un corso di guida acrobatica per questi fondamentali.
dalla notizia:
Giovedì 1 Gennaio, 01:00
Molti di questi gruppi sono troppo ammanicati con la politica e i poteri forti. Scientology ha un vero e proprio impero. Qualsiasi legge rischia di scontrarsi con principi fondamentali e far rientrare nella sanzionabilità quello che non dovrebbe. Il problema enorme e dovrebbe essere trattato da un tavolo sovranazionale, perché riguarda moltissimi paesi, gli USA in prima fila.
dalla notizia:
Giovedì 1 Gennaio, 01:00
Sarebbe bello se le sette fossero un problema solo italiano. Leggiti la storia del "Tempio del Popolo" di James Warren Jones, finita nel modo peggiore nel 1978. Vogliamo parlare di Scientology? La materia è quanto mai d'attualità e fa seguaci e vittime in tutto il mondo.
dalla notizia:
Giovedì 1 Gennaio, 01:00
Da quello che vedo ogni giorno, il titolo in home page ("Tram si scontra con auto") mi suona sbagliato: suggerisco "solito furbo svolta a cappero finendo per bloccare il traffico di mezza Roma e per rovinare un mezzo pubblico che sarà tolto dalla circolazione per chissà quanto".
dalla notizia:
Giovedì 1 Gennaio, 01:00
Ti stimo tanto, cara Toffa. E ti auguro ogni bene. Quelli come Rony non li stare a sentire, solo chi non ci passa può chiedersi "perché nascondere certe cose". Anzi, chapeau per il coraggio e la sincerità. Brava!
dalla notizia:
Giovedì 1 Gennaio, 01:00
Sarò forse la sola donna che ha odiato tutta la vita gli omaggi floreali? Chissà. Ricevere fiori morti e assistere al loro declino, talvolta maleodorante, mi mette un'infinita tristezza. Fanno colore un giorno, poi si ammosciano e perdono pezzi... Oltre a sentirmi idiota ad andare in giro con un cespo di lattuga colorata nella carta crespa. Che gusto c'è?
dalla notizia:
Giovedì 1 Gennaio, 01:00
Sei patetico, si parla di VERONA
dalla notizia:
Giovedì 1 Gennaio, 01:00
E quando l'hai vista, la loro faccia, che fai? Credo che la gogna non esista più e non la rimpiango. Piuttosto, fossi in te controllerei le scorte di lettere maiuscole, mi sa che le hai finite tutte. Lo sai che scrivere in maiuscolo in web e chat equivale ad urlare? Ecco, abbassa la voce.
dalla notizia:
Giovedì 1 Gennaio, 01:00
Una voragine? La buca è indubbiamente fuori dal comune, ma avete presente il significato di "voragine"?
dalla notizia:
Giovedì 1 Gennaio, 01:00
In certe situazioni la discrezionalità del singolo è letale. Sicuramente, abbassare l'età della punibilità ha senso, a condizione che dei 14-16enni non siano messi nella stessa galera con assassini e spacciatori adulti, da cui potrebbero uscire incattiviti e più "competenti". A quell'età, forse le colpe sono più di chi li ha cresciuti e qualche anno in strutture sia rigorose che rieducanti potrebbe fargli assai bene.
dalla notizia:
Giovedì 1 Gennaio, 01:00
In merito a Favino, se me la pubblicano leggiti la mia risposta a Ghorio. Salsicciotto sovrappeso... Seee, davvero. Quanto al resto, hai una parola buona per tutti, al contempo noto che, del festival, non hai perso un minuto. Se faceva tanto schifo potevi cambiare... Io non l'ho visto, chissà che stasera non dia un'occhiata. In compenso Favino l'ho visto spesso a teatro e ha talento da vendere, altro che goffo.
dalla notizia:
Giovedì 1 Gennaio, 01:00
Ho conosciuto Favino taaaanti anni fa, quando muoveva i primi passi sul palcoscenico. Ed era bravo, bravo, bravo, bravissimo. Sono felice che abbia sfondato perché lo meritava, spero che Sanremo e la storia del sex symbol non lo rovini. Ciò doverosamente detto, da donna ti rispondo che ci vedrò pure poco, ma lui è proprio un uomo intrigante, anche perché, oltre al talento e al fisico, ha anche intelligenza e humour. A Roma si dice becca 'sti spicci, Ghorio, e fattene una ragione.
dalla notizia:
Giovedì 1 Gennaio, 01:00
Che dire? sarò un'idealista, preferisco parlare di diritti piuttosto che di obblighi e contribuisco volentieri al rispetto dei diritti altrui, quando sia assicurato il rispetto dei miei. Sfumatura lessicale? Forse. Nel caso di questi malati, come di altri su cui la vita si accanisce crudelmente senza alcuna colpa da parte loro, continuo a pensare in termini di sacrosanto diritto.
dalla notizia:
Giovedì 1 Gennaio, 01:00
Binari con la zeppa? Ho capito bene?
dalla notizia:
Giovedì 1 Gennaio, 01:00
Ricciotto, non ho figli, eppure contribuisco ai costi di scuole e asili. Non ho anziani o disabili a carico, eppure contribuisco ai costi di centri di cura e ricovero. E potrei andare avanti. E mi va benissimo: dire "pagate dalla collettività" e dire "pagate con le tasse di tutti" è ben diverso. Chi ha dato deve riavere indietro, soprattutto quando è in una condizione di vulnerabilità e fragilità. Quindi sì, parliamo di diritti e la difficoltà di comprensione è quantomeno reciproca.
dalla notizia:
Giovedì 1 Gennaio, 01:00
Almeno su un quotidiano, vorrei vedere PO' e non Pò. Comunque, BALLANDO CON LE SELLE è stupenda!
dalla notizia:
Giovedì 1 Gennaio, 01:00
E' vera, è vera. "Under New Hampshire law, a lottery winner’s name, town and prize amount are public information" (dal New York Post). Sul biglietto avrebbe dovuto indicare non il suo nome, bensì quello di un trust, in quel caso sarebbe rimasta anonima. Quello che mi chiedo è: ma perché ha giocato?!? Li desse tutti in beneficenza!
dalla notizia:
Giovedì 1 Gennaio, 01:00
Non è un lazzarone, è uno stupratore! Chiamami miscredente, basta che tu capisca che tra un lazzarone e uno che stupra un ragazzino minacciandolo con un coltello c'è un abisso! O stai dicendo che senza l'abito talare avrebbe potuto stuprare chi voleva?
dalla notizia:
Giovedì 1 Gennaio, 01:00
Sono centinaia, forse migliaia, i lazzaroni. E poi definisci "lazzarone" uno che stupra un ragazzino? Per favore, rivedi il tuo sistema di valori. Su una cosa ti dò ragione: quando sento queste cose, produco tanto di quel veleno che i crotali mi fanno il solletico.
dalla notizia:
Giovedì 1 Gennaio, 01:00
Forse, comunque meno di tante altre, vedo qualche realistico cedimento. Vediamo tra qualche anno. Piuttosto, mi chiesi in passato perché non ridesse mai: è furba, meglio algida che con le zampe di gallina o il doppio mento da risata. Risulterà un po' distante, al contempo evita la crudeltà delle paparazzate, che certe volte rendono mostri persino le più giovani e belle.
dalla notizia:
Utenti più attivi / 7 giorni
con 158 commenti
con 126 commenti
con 94 commenti
con 92 commenti
con 82 commenti
Utenti che segue
Ancora nessun utente!
Utenti che lo seguono
Nessun follower, per ora!
QUICKMAP