ghorio di roccaforte

Giovedì 1 Gennaio, 01:00
Ma non sarebbe ora di aspettare il risultato elettorale, prima di discettare sugli scenari, vale per i politici e i cosiddetti retroscenisti che fanno rimpiangere il "pastone romano"?
dalla notizia:
Giovedì 1 Gennaio, 01:00
Veramente Juncker e compagni dovrebbero stare zitti. Non mi pare proprio che quando si voti in Lussemburgo in Italia ci sia preoccupazione.
dalla notizia:
Giovedì 1 Gennaio, 01:00
Una sola considerazione: ma Di Maio e compagni pensano che per fare il ministro dello sport bisogna essere calciatori o ciclisti?
dalla notizia:
Giovedì 1 Gennaio, 01:00
Naturalmente spero che i curdi vincano e Erdogan esca sconfitto , vista la sua ossessione verso questo popolo. Poi su Erdogan velo pietoso dell'Occidente, compresa la Nato, oramai organizzazione inutile, come l'Onu.
dalla notizia:
Giovedì 1 Gennaio, 01:00
Questi ragazzi dovrebbero essere portati in una casa di correzione, come si chiamavano una volta, e tenuti almeno per 5 anni per rieducarli sul rispetto delle persone. L'episodio mette in evidenza una fase davvero decadente della nostra società che dovrebbe essere basata sul rispetto delle persone, da alimentare in famiglia, nella scuola e nei vari ambienti..
dalla notizia:
Giovedì 1 Gennaio, 01:00
Bene, ma bisognava comunicarlo prima. Quanto al canone tv, non dovrebbe essere pagato da nessuno, visti gli spettacoli che ci propongono le tv pubbliche, ma, per il vero, anche quelle private. Lo stesso dicasi delle pay tv, con lo sport che la fa da padrone, e per quanto riguarda gli latri spettacoli sono peggio, serie di film in primis, di quelle del digitale terrestre.
dalla notizia:
Giovedì 1 Gennaio, 01:00
Sinceramente io i segretari dei partiti non li farei ministri, applicherei le regole della prima Repubblica sino agli anni 70.
dalla notizia:
Giovedì 1 Gennaio, 01:00
Ma non sarebbe ora di reciproco rispetto, senza chiamare in ballo fascismo, antifascismo e comunismo? Fermo restando che non mi pare che l'idea politica di ognuno possa avere ripercussioni nelle scelte sessuali delle persone.
dalla notizia:
Giovedì 1 Gennaio, 01:00
Tra nuovi controlli, nuove sanzioni, etc siamo poi nella confusione. Nella vicenda questi gestori avrebbero dovuto adeguarsi subito e restituire l'importo mensile incassato in più dai loro clienti. Non solo, in caso di aumenti queste società dovrebbero comunicarlo con tre mesi di anticipo, in modo che ognuno è libero di trovare un altro gestore, più conveniente . Solo che tra Autorità Antitrust, Tar e governo, si naviga nella confusione.
dalla notizia:
Giovedì 1 Gennaio, 01:00
Sinceramente le vicende amorose di attrici, attori e dintorni non mi interessano per niente. Mi colpisce leggere che il web faccia appelli a ritorni amorosi. Forse il web dovrebbe interessarsi a temi più importanti.
dalla notizia:
Giovedì 1 Gennaio, 01:00
Questa campagna elettorale è davvero spenta e fredda: l'interesse della gente sembra affievolito all'inverosimile dimostrando come in Italia il rapporto partiti, per il vero personali e di plastica, con gli elettori è molto molto peggiorato. Del resto i partiti o presunti tali dibattono problemi molto lontani dagli interessi reali della gente.
dalla notizia:
Giovedì 1 Gennaio, 01:00
Che la signora Clerici sua al ricerca perenne di visibilità è cosa nota. Le sue vicende personali sono sempre al centro dell'attenzione, anche se non mi pare che interessino la gente. Se vuole andare a vivere con Vittorio lo faccia, una volta per sempre, senza annunciarlo.
dalla notizia:
Giovedì 1 Gennaio, 01:00
Ma il fascismo non è morto oltre 70 anni fa? Renzi dovrebbe preoccuparsi dei problemi reali degli italiani, altro che fascismo e antifascismo.
dalla notizia:
Giovedì 1 Gennaio, 01:00
L'Onu, ovvero l'organizzazione inutile, che non ha mai fermato una guerra e si limita a fare bilanci.
dalla notizia:
Giovedì 1 Gennaio, 01:00
La solita coreografia dei controlli, poi alla fine non cambia niente. Un governo serio dovrebbe costringere gli operatori ad adeguarsi e rimborsare i soldi agli utenti pagati con il marchingegno dei 28 giorni.
dalla notizia:
Giovedì 1 Gennaio, 01:00
Questa sentenza è scandalosa, come al solito. I genitori , anche se anziani, hanno tutto il diritto di crescere la bambina. Decidere sull'adottabilità significa ignorare la realtà della vita.
dalla notizia:
Giovedì 1 Gennaio, 01:00
Adesso si sta certamente esagerando con queste denunce di molestie. Le donne meritano rispetto: se qualcuno non agisce correttamente subito denunciare e non come le varie attrici che l'hanno scoperto vent'anni dopo. Corteggiare le donne è lecito, il rispetto innanzitutto. Vale anche per le donne che corteggiano gli uomini.
dalla notizia:
Giovedì 1 Gennaio, 01:00
IL problema è sempre quello: il Pil misura la ricchezza di una nazione, magari, ma non certo il benessere delle persone, inteso come lavoro, consumi, etc. I grandi economisti classici non sapevano nemmeno cosa fosse il Pil. Poi sono arrivati gli Usa economisti e l'0ahnno propagandato. Guarda caso in Cina, India, il Pil è a due cifre, ma non mi pare che le popolazioni delle due nazioni ,a parte i privilegiati miliardari, godano di benessere . Poi i dati Istat in Italia bisogna prenderle con le pinze: Trilussa docet.
dalla notizia:
Giovedì 1 Gennaio, 01:00
Da Boeri e compagni mi aspetterei anche i conti dei risparmi separando assistenza dalla previdenza, abolizione dei privilegi previdenziali per tanti dipendenti pubblici(dipendenti Camera, Senato, presidenza della Repubblica, dipendenti Banca d'Italia, alti funzionari pubblici, anche nell'Inps,, alti gradi militari, magistrati, etc, oltre che i vitalizi dei politici. Ma , a quanto pare, da questo orecchio Boeri e compagni sembrano non sentirci.
dalla notizia:
Giovedì 1 Gennaio, 01:00
Ma basta con questo Baglioni, le fake news e Favino. Queste persone andrebbero ignorate, come il festival di Sanremo.
dalla notizia:
Giovedì 1 Gennaio, 01:00
Va bene che i giapponesi vivono più di noi, ma adesso si sta esagerando.
dalla notizia:
Giovedì 1 Gennaio, 01:00
Non mi pare proprio che in Italia ci sia questa situazione di perenne insicurezza, la gente si preoccupa siprattutto del lavoro e dell'avvenire dei figli. Sugli immigrati ognuno è libero di pensarla come vuole, ma mi pare che a suo tempo, gli industriali peroravano la loro presenza. Il mondo cambia opinione spesso, ma coloro che parlano di espulsione, erano tra quelli che sostenevano la presenza. Ad evitare equivoci non sono di sinistra e né del Movimento 5 stelle. Sono abituato, però, a ragionare con la mia testa, non con quella di politici che cambiamo spesso opinione.
dalla notizia:
Giovedì 1 Gennaio, 01:00
Prendo atto che la sicurezza interessa il cento per cento degli italiani: il lavoro, il futuro passa in secondo ordine. Che poi abbiamo il doppio delle forze dell'ordine di Germania, Francia e Gran Bretagna tutti se lo scordano e chiedono più sicurezza. Naturalmente la sicurezza , per i suoi sostenitori, è quella di rimpatriare tutti gli immigrati: contenti loro...
dalla notizia:
Giovedì 1 Gennaio, 01:00
I problemi degli italiani sono il lavoro e le prospettive per il futuro, tra riforme e diminuzione del debito pubblico: la sicurezza interessa quelli che cercano di distogliere l'attenzione sui problemi reali, con la paura degli immigrati e dintorni.
dalla notizia:
Giovedì 1 Gennaio, 01:00
E mandare subito a quel paese il fondatore di Guess e definirlo maiale non poteva essere fatto subito?
dalla notizia:
Giovedì 1 Gennaio, 01:00
Per forza, che i giovani non trovino lavoro non interessa i programmi di questi politici, che mirano solo a perpetuare le loro poltrone e non affrontare i problemi reali .
dalla notizia:
Giovedì 1 Gennaio, 01:00
Ecco l'Italia di parte che con la scusa dell'antifascismo, inneggia alle foibe!
dalla notizia:
Giovedì 1 Gennaio, 01:00
Io sono tra i milioni che non l'hanno guardato e certamente non mi manca. Non capisco poi l''enfasi dei giornali su questi dati, molto dubbi.
dalla notizia:
Giovedì 1 Gennaio, 01:00
Ma il sindaco Sala si è svegliato solo adesso?
dalla notizia:
Giovedì 1 Gennaio, 01:00
Basta abolire il numero chiuso all'Università. La selezione la fanno i corsi. Poi un'altra cosa: la sanità va riorganizzata. Attualmente il medico di famiglia svolge un ruolo marginale con tanti mutuati che non conosce e , di solito, non visita. E mi fermo, per carità di patria.
dalla notizia:
Utenti più attivi / 7 giorni
con 108 commenti
con 93 commenti
con 77 commenti
con 75 commenti
con 71 commenti
Utenti che segue
Ancora nessun utente!
Utenti che lo seguono
Nessun follower, per ora!
QUICKMAP