Leggo Awards e i vincitori: quando il lettore è uno di noi

di Valeria Arnaldi
Passerella di volti noti, ieri, a Villa Borghese, per la seconda edizione dei Leggo Awards, nell'ambito della Social Media Week. Sotto i riflettori, la capacità, talento o dono che dir si voglia, di comunicare con il grande pubblico. Varie le categorie da oscar. Bellissima e sempre sorridente, a stregare il pubblico è stata Lorella Cuccarini, premiata come prima attrice, amica del giornale da tempo. Il premio Fedeltà però è andato a Claudio Gregori e Pasquale Petrolo, ossia Greg & Lillo.
 
 

Tra i premiati pure Dose& Presta del Ruggito del Coniglio, nella categoria Radio. Per la televisione, invece, a salire sul palco è stato Amadeus. Poi, per fumetto e animazione, Roberto Recchioni e, special guest, Dylan Dog. E ancora, Volfango De Biasi con il film Crazy for Football, come campagna social. Ad accogliere e premiare gli ospiti, il direttore di Leggo Alvaro Moretti che ha raccontato anche il legame che, nel corso del tempo, ha unito i vari personaggi alla testata, tutti direttori per un giorno, invitati ad essere protagonisti della vita - e delle scelte - di redazione, e tutti con aneddoti particolari da condividere con i fan. Non è mancata una citazione ai premiati dello scorso anno, da Carlo Verdone a Margherita Buy, da Raf a Max Giusti, fino a Fortunato Cerlino. Una serata di festa, tra palco, platea e social.
 
Venerdì 15 Settembre 2017 - Ultimo aggiornamento: 14:06
QUICKMAP