Passaggio record, asteroide "sfiora" la terra a 16.000 chilometri di distanza

È previsto alle 12,31 italiane il saluto da record dell' asteroide 2017 GM, che sfiorerà la Terra alla distanza inferiore a 16.000 chilometri, in uno dei passaggi più ravvicinati mai registrati. L' asteroide, che ha un diametro di quattro metri, è stato scoperto ieri dal programma Mount Lemmon Survey, dell'università dell'Arizona. «È bene precisare che non si sono rischi d'impatto perché sappiamo che la distanza, per quanto ravvicinata, lo manterrà al di sopra della superficie terrestre», ha detto l'astrofisico Gianluca Masi, responsabile del Virtual Telescope e che lo ha appena fotografato grazie alla collaborazione con il Tenagra Obervatory. «Questo asteroide - ha aggiunto - si colloca nella top ten dei passaggi noti più ravvicinati di sempre».
Martedì 4 Aprile 2017 - Ultimo aggiornamento: 05-04-2017 08:42

© RIPRODUZIONE RISERVATA
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 6 commenti presenti
2017-04-04 14:55:34
Per un passaggio a soli 16.000 Km di distanza dalla Terra eviterei di scrivere "sfiora" tra virgolette . La realtà è che c'è mancato poco (molto poco) per colpirci. A quella velocità basta uno 0,0001 di cambiamento di rotta per colpiire la Terra. Questa volta è andata bene ....
2017-04-04 14:51:19
Ormai è passato, però che razza di astrofisici sono questi. Voglio dire, questo era un disastro scoperto mezza giornata fa, e questi come se ne escono? "La distanza lo manterrà al di sopra della superficie terrestre"... e certo, non è che può stare al di sotto. E poi, francamente, se 16mila km vi sembrano tanti? Gli aerei volano a metà di quella quota.
2017-04-04 14:43:55
A mio avviso GIGI49 (13:53) sopravvaluta le nostre capacita' di avvistamento di NEO e meteoriti e le nostre capacita' di difesa da questi oggetti. Ad esempio la meteorite esplosa pochi anni fa nei cieli russi non era proprio piccolina e nonostante cio' nessuno l'aveva avvistata. Dobbiamo solo sperare nella buona sorte perche' contro grosse meteoriti non abbiamo difese.
2017-04-04 13:53:56
Un diametro di quattro metri, su capisce perché sia stato visto all'ultimo momento. Se fosse entrato nell'atmosfera si sarebbe consumata una parte considerevole della propria massa. Non credo che avrebbe potuto fare danni enormi.
2017-04-04 12:37:19
Scoperto ieri, in pratica se fosse stato un po' pi√Ļ grande e in rotta di collisione, ce lo saremmo ritrovato addosso senza neanche rendercene conto. Diciamo che da 65 milioni di anni continua a dirci bene...
6
  • 275
QUICKMAP