Steve Jobs non voleva che i figli usassero i suoi iPhone e iPad: ecco perché

Steve Jobs
Steve Jobs ha cambiato il mondo con la sua tecnologia e costruito un impero, ma non voleva che i suoi figli usassero iPod, iPad e iPhone.

Nella sua casa non amava circondare la sua famiglia di strumenti tecnologici e sottolineava come i figli fossero lontani dal comprendere il funzionamento e le caratteristiche dei dispositivi lanciati di volta in volta sul mercato. "Non li conoscono. Dobbiamo limitare l'uso della tecnologia dentro casa da parte dei nostri bambini", diceva in un intervista al New York Times del 2010 l'amministratore delegato e fondatore di Apple dopo il lancio del primo iPad. 

Un approccio protettivo che lo accomunava ad altri guru della tecnologia. Chris Anderson, ex direttore del magazine Wired e coofondatore di Robotica 3D, ha dichiarato: "Conosco i pericoli della tecnologia, li ho vissuti sulla mia pelle e non voglio che accada lo stesso ai miei figli".
Lo stesso per Evan Williams, fondatore di Twitter, e sua moglie Sara Williams che hanno circondato i figli di libri e non di tecnologia. Tutto dipende dall'età: è necessario che non siano dipendenti e che un po' più grandi conoscano dei limiti nel loro utilizzo. 
Venerdì 26 Febbraio 2016 - Ultimo aggiornamento: 27-02-2016 15:29

© RIPRODUZIONE RISERVATA
COMMENTA LA NOTIZIA
2 di 2 commenti presenti
2016-02-27 10:00:13
chissà se questo importante messaggio sarà recepito da tutti i genitori interessati. se questo allarme viene lanciato dal suo inventore, un motivo ci sarà. Nobel, inventore della dinamite, mica ci si metteva a dormire sopra.
2016-02-28 11:42:58
Comodo creare tanta tecnologia per fare soldi a palate e poi dire che a casa mia non entra........... E perchè allora nelle nostre case si? Molti diranno che è una libera scelta ma sappiamo tutti che è nascondersi dietro un dito! Provo veramente fastidio verso chi sputa nel piatto in cui mangia!
2
  • 816
QUICKMAP