Honor 7X, lo smartphone "giovane" pensato per i teenager

di Alessandro Di Liegro
LONDRA - Quando progettisti e designer dell'Honor si sono trovati a pensare al nuovo 7X, avevano un solo obiettivo: creare un cellulare pensato appositamente per i giovani e che riunisse nello stesso modello velocità di processione, un'alta definizione grafica, una buona ottica, tanta memoria e un prezzo basso. L'obiettivo, alla prova dei fatti, si può riuscito, per un prodotto che pur non eccellendo in nessun aspetto in particolare, si dimostra affidabile e puntuale nel suo scopo.
 
 

La linea X è quella che per Honor coniuga estetica e accessibilità e la prima novità che risulta evidente, senza nemmeno dover accendere il dispositivo, è la nuova colorazione oro, che insieme al Full Display da 5,93 pollici è un gancio più che palese verso il pubblico giovanile – se poi ci aggiungiamo che ad aprire la presentazione del modello sono due freestyler in bmx, allora scadiamo quasi nel cliché – che potrebbe incantarsi di fronte alla definizione dello schermo in FHD a 2160 x 1080, perfetto per il gaming e per scoprire nuovi dettagli nelle foto di Instagram. Tra l'altro, a essere inedito è uno schermo in 18:9 in un cellulare di fascia di prezzo bassa. A proposito di foto: la dual lens camera posteriore a 16 Mp e 2Mp non è una gran novità – ma d'altronde la seconda lente serve solo per la profondità – così come gli 8 Mp per la camera frontale che consente, però, anche foto in modalità portrait, di solito a uso della lente posteriore. Selfie più definiti e che riconoscono il genere di chi è nella foto, adattando l'enhancing fotografico a seconda del sesso, oltre a scattare con un semplice gesto della mano, grazie alla modalità “gesture”.

Altro punto di forza è la durata della batteria: 22 giorni in standby, 12 ore in video playback, 91 ore di musica, 12 ore di connettività internet e 21 ore di tempo di chiamata. Il processore montato è un Kirin 659 a 4gb di ram, con espansione di memoria a 256gb per poter guardare sino a 1000 episodi di serie tv. Un sistema “simil” airbag protegge gli angoli del cellulare, tanto che il presidente di Honor, George Zhang, durante la presentazione ha fatto cadere volontariamente due volte il cellulare a terra da un'altezza di un metro e mezzo. Il grande pregio dell'X7, in commercio dal 5 dicembre – giustappunto per il Natale - è sicuramente il prezzo: con meno di 300 euro è possibile avere un cellulare non eccezionale, ma con un rapporto qualità-prezzo sicuramente interessante, pensato per un target giovane che ama il gaming (addirittura lo schermo splitta in caso di chiamata durante una sessione di gioco, permettendo all'utente di continuare a giocare o, se vuole, di rispondere), scattare selfie e stare sui social.  
Mercoled├Č 6 Dicembre 2017 - Ultimo aggiornamento: 11:33

© RIPRODUZIONE RISERVATA

COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti
  • 1
QUICKMAP