Attacco hacker con ransomware, l'antidoto al virus già disponibile da marzo: come installarlo

La schermata che appare al posto del desktop in un sistema infettato dal virus
di Andrea Andrei
Il massiccio attacco hacker che venerdì ha letteralmente "sequestrato" migliaia di computer in tutto il mondo poteva essere evitato con una normale manutenzione dei computer. L'attacco infatti è avvenuto tramite un virus "ransomware" (appunto "software-riscatto" con i quali i pirati informatici criptano dei file rendendoli inaccessibili e chiedono ai malcapitati un riscatto in Bitcoin - la valuta virtuale difficile da tracciare - per sbloccarli) che attacca Windows e per il quale "l'antidoto" era già stato trovato e reso disponibile gratuitamente da Microsoft il 14 marzo scorso.

A rilevarlo è la società di cybersecurity russa Kaspersky Lab, che spiega come il ransomware denominato "WannaCry", tramite cui venerdì sono stati messi in atto 45 mila tentativi di infezione in 74 paesi (la maggior parte dei quali in Russia), sfrutti una vulnerabilità di Microsoft Windows già risolta dall'azienda di Redmond tramite una "patch" ufficiale, cioè un programma (disponibile a questo indirizzo), in grado di correggere il "bug".

Si tratta di un'operazione estremamente semplice per i tecnici informatici, ma che evidentemente non era stata fatta per i sistemi delle aziende e delle istituzioni che sono state colpite dal virus.

Se volete installare la patch sul vostro pc senza l'aiuto di un tecnico ma non sapete su quale versione cliccare fra quelle disponibili (Windows 7 o 10, 64 o 32 bit), andate dal menu Start di Windows e poi su Pannello di controllo - Sistema e sicurezza - Sistema: a quel punto basta cercare tra le informazioni la propria Edizione di Windows (Windows Vista, 7, 2008, 8.1, 10, ecc.) e il Tipo Sistema (32 o 64 bit) e scaricare la patch dedicata.
Sabato 13 Maggio 2017 - Ultimo aggiornamento: 00:10

© RIPRODUZIONE RISERVATA

COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti
  • 125
QUICKMAP