La cucina libica a Roma con il progetto Gustamundo

Foto Wikipedia
Saranno i sapori della tradizione libica a condurre il sesto appuntamento di Gustamundo, progetto di cucina multietnica per sostenere la causa dei migranti e favorire lo scambio culturale. Gustamundo è un progetto nato nel ristorante messicano "El Pueblo" in collaborazione con le onlus Comunità di Sant'Egidio, Be Free, Laboratorio 53,Comunità di Santa Lucia–Missione Latinoamericana di Roma, Associazione Italia-Cuba, Sprar (Sistema di protezione per Richiedenti Asilo e Rifugiati) della Bassa Sabina, per favorire integrazione e scambio culturale, sostenendo coi proventi dell’evento gli uomini e le donne impegnati in cucina.
 
Protagonisti del progetto, uomini e donne immigrate che propongono agli ospiti le ricette del proprio Paese, per far conoscere i sapori e la cultura della loro terra. Cucina senegalese, pakistana, turca, afgana, libica, siriana e latinoamericana si alternano per dare vita al porto gastronomico diGustamundo, in un'occasione di aggregazione e conoscenza. La cena di martedì 13 Giugno è realizzata in collaborazione con la cooperativa Be Free e la cuoca Mariem Al Ghezawi, arrivata in Italia un anno e mezzo fa.

Le specialità che verranno servite agli ospiti: cous cous a base di ceci, pollo e spezie; tagin tidi una frittata con verdure, carne macinata e prezzemolo;paklawat trables per finire, un dolce fatto con pasta fillo, mandorle e miele. «La cucina è un’arte – racconta Mariem, che a Tripoli lavorava come giornalista ed era impegnata nella difesa delle donne dalla violenza di genere – io ho sempre cucinato e da studentessa preparavo piatti o dolci da vendere ai negozi di generi alimentari, per fare qualche soldo. Adesso trovo nella cucina un modo di raccontare la cultura del mio Paese».  
 
I prossimi appuntamenti:
Giovedi 15 Giugno, cena siriana con ospiti della comunità di Sant'Egidio.
Lunedì 19 Giugno, cena dominicana
Martedì 4 Luglio, cena uzbeka
Lunedì 10 Luglio, cena cubana
Lunedì 12 Giugno 2017 - Ultimo aggiornamento: 13-06-2017 12:50

© RIPRODUZIONE RISERVATA

COMMENTA LA NOTIZIA
3 di 3 commenti presenti
2017-06-12 22:52:19
Ma queste porrcheriole le mangno loro.La nostra cucina italiana non la batte nessuno e non ha nulla da imparare da chicchessia. Non me ne importa nulla della cucina multietnica, io sono Italiano e basta.
2017-06-12 22:04:41
Le trovate tutte per farci ingozzare la presenza degli invasori é? MA NON VINCERETE!!!!
2017-06-12 17:29:14
A noi, sur "DA MAGNA" un ce deve insegna' niente NESSUNO! ----
QUICKMAP