Udine, schiacciati in gabbie per pollame tra i loro escrementi 65 cuccioli di cane

di Paola Treppo
La polizia stradale di Amaro ha fermato una auto Fiat Croma con targa polacca che viaggiava in direzione Venezia nel tratto della autostrada A23 che passa nel territorio del comune di Udine. Al volante del mezzo c'era un uomo di 71 anni residente a Reggio Calabria al suo fianco una donna polacca di 58 anni. Entrambi sono pregiudicati.

A seguito di una perquisizione eseguita dagli agenti nella Croma sono stati trovati 65 cuccioli di cane di varie razze in condizioni igieniche molto precarie. Erano stati messi dentro a due gabbie per pollame, lasciati tra i loro escrementi. Alcuni non hanno un mese di vita, non sono stati svezzati né vaccinati. Sono senza documentazione e senza microchip . Sul mercato valgono non meno di 70mila euro. Erano destinati ad acquirenti taliani, in particolare come regali di Natale

Le bestiole, 65 in tutto, sono state visitate dal veterianario dell'azienda sanitaria. Sono in pessime condizioni di salute: disidratati perché erano senza acqua, provati da un viaggio terribile. Alcuni hanno la dissenteria. Chi vuole prendersene cura può contattare la polizia stradale di Amaro ma deve sapere che le bestiole vanno curate perché stanno male e l'assistenza può essere anche lunga. 

Il 71enne e la donna polacca sono stati denunciati per traffico illecito di animali da compagnia e multati per 70mila euro dagli agenti dell'ispettore capo Sandro Bortolotti. 
Martedì 19 Dicembre 2017 - Ultimo aggiornamento: 18:24

© RIPRODUZIONE RISERVATA

COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 8 commenti presenti
2017-12-20 17:35:56
sapeste quanti polli conosco, che magari risparmiano sul cibo, non comprano libri, ma sono disposti a spendere migliaia di euro per un cucciolo di razza, magari suggestionati da qualche spot o qualche serie tv. Quando a volte basta guardarsi intorno, purtroppo, per trovare una buona compagnia a quattro zampe che è stata abbandonata. Il bieco mercato dei cuccioli peraltro causa il randagismo, con tutti i suoi costi civili ed ecologici, perché la gente fa fare cucciolate a cuor leggero. Poi quando non riesce a darli via, li affoga o li abbandona. Ignoranza e superbia. I cuccioli che arrivano dall'est spesso sono provati fisicamente e mantengono problematiche caratteriali perché vengono strappati alla madre troppo presto. Adottare è gratis... e dà tanto. E' un'esperienza unica, che arricchisce e migliora. L'avessi potuta fare in adolescenza!!! Invece il mio primo cane l'ho avuto quando stavo per laurearmi. Nel 2001 mia madre adottò in canile una canetta malandatissima. Aveva di tutto. Il cammino per rimetterla in piedi è stato lungo e faticoso, un paio di volte abbiamo rischiato di dirle addio, ma è arrivata alla veneranda età di 17 anni. E come ha assistito lei mio padre dopo l'ictus, come è stata vigile lei sui suoi capobranco quando stavano male, non è stato nessun "bipede", specie tra i parenti.
2017-12-20 15:50:14
70 anni, sta più di la che di qua e fa ancora così schifo, naturalmente come chi compra i cani da quel delinquente, o da altri delinquenti come lui.In un paese civile starebbe già in galera, in un paese civile.
2017-12-20 12:05:20
Finché esisteranno persone insensibili che pensano che un animale possa essere comprato e regalato, come un qualsiasi oggetto, esisteranno anche i traffici illegali di queste povere creature che subiscono, sulla loro pelle, la cattiveria umana. L'unica soluzione a tutto ciò è NON COMPRARE ma ADOTTARE. Ci sono tantissime occasioni per poter fare un gesto d'amore, sia per chi riceve il dono ma soprattutto per l'animale il quale trova una famiglia per la vita.
2017-12-20 10:00:05
schifosi, non comprateli!
2017-12-20 08:30:30
Mi piacerebbe sapere se questi 70mila euro li pagheranno....
8
  • 3,9 mila
QUICKMAP