2 febbraio 1944 Dieci partigiani di Bandiera Rossa fucilati nel Forte Bravetta

di Enrico Gregori
A Roma, all’interno di Forte Bravetta sono fucilati 10 partigiani di Bandiera rossa; fra essi, i giornalisti Ezio Malatesta e Carlo Merli. 
I Martiri di Forte Bravetta furono 68 militari e partigiani, tutti appartenenti alla Resistenza romana, fucilati dal Comando tedesco nel periodo dell'occupazione (10 settembre 1943 – 4 giugno 1944) a Forte Bravetta, una delle costruzioni fortificate che circondavano la città di Roma, situata nella periferia ovest della Capitale, al km 3,5 della via omonima.
Nel film di Roberto Rossellini, Roma città aperta, è narrata, in forma romanzata, la vicenda dell'uccisione di don Giuseppe Morosini, interpretato da Aldo Fabrizi, eseguita nel forte il 3 aprile 1944.
Il monumento funebre, posto nel 1967, riporta 77 nominativi, citando anche alcuni condannati per delitti comuni dai tribunali italiani e raddoppia erroneamente i nominativi di alcuni caduti. Oggi l'interno del forte è un'area adibita a verde pubblico, denominata Parco dei martiri di Forte Bravetta.
Venerdì 2 Febbraio 2018 - Ultimo aggiornamento: 01:04

© RIPRODUZIONE RISERVATA

COMMENTA LA NOTIZIA
1 di 1 commenti presenti
2018-02-02 15:31:51
Ma la foto non è corretta; se non erro, colui che sta per essere fucilato è il questore Pietro Caruso.
1
  • 255
QUICKMAP