21 dicembre 1943 Arrestati 18 antifascisti, fra cui ​il comunista Giovanni Roveda

di Enrico Gregori
A Roma, reparti di polizia italiana, tedeschi al comando del capitano Priebke e uomini del reparto di polizia speciale agli ordini di Pietro Koch irrompono nel complesso che ospita, intorno alla basilica di Santa Maria Maggiore, il Pontificio Istituto di studi orientali, il Seminario lombardo, l’Istituto Russicum e l’Istituto di archeologia cristiana procedendo all’arresto di 18 antifascisti fra i quali il comunista Giovanni Roveda. L’intera operazione è coordinata direttamente dal questore Guido Leto. Roveda è condotto a Regina Coeli e di là successivamente trasferito al carcere di Verona.
Giovedì 21 Dicembre 2017 - Ultimo aggiornamento: 00:05

© RIPRODUZIONE RISERVATA

COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti
QUICKMAP