Monterotondo, aggredito a calci e pugni, commerciante coraggioso respinge il rapinatore

Fallisce l'assalto al minimarket a Monterotondo Scalo: il titolare, del Bangladesh, ha fronteggiato il 31enne del luogo che ha tentato di strappargli la cassa. Poi i carabinieri della compagnia di Monterotondo l'hanno arrestato per rapina. L'uomo, a volto scoperto,  ha prima minacciato e poi ripetutamente colpito al volto con schiaffi e pugni il commerciante tentando invano di rubargli la cassa con il contante. La resistenza del titolare ha spinto il malvivente a desistere, dandosi alla fuga per le vie limitrofe in località Scalo. Le immediate indagini, soprattutto grazie alla descrizione del rapinatore da parte della vittima, hanno consentito ai carabinieri di rintracciare e bloccare l'uomo, fermato poco dopo il colpo a pochi metri dal minimarket. L'arrestato è stato accompagnato presso il carcere di Rebibbia, dove rimane a disposizione dell'Autorità Giudiziaria di Tivoli. La vittima è stata visitata dai sanitari dell'ospedale di Monterotondo Santissimo Gonfalone per alcuni traumi facciali.
Sabato 27 Gennaio 2018 - Ultimo aggiornamento: 21:32

© RIPRODUZIONE RISERVATA

COMMENTA LA NOTIZIA
4 di 4 commenti presenti
2018-01-27 23:09:51
E pure questa volta si tratta di una risorsa italiana...che certi mestieri non li deve certo apprendere da chi viene da lontano.
2018-01-27 19:15:29
il fatto che abbia agito a volto scoperto fa pensare ad una azione criminale improvvisata, dettata da astinenza...inutile fare distinzioni di razza...un delinquente non ha bandiera ma resta solo un delinquente e basta!
2018-01-27 14:10:51
A cosa era dovuta questa notorietà alle forze dell'ordine? Perché non ci dite mai come si sviluppano queste conoscenze?
2018-01-27 13:40:46
Si vede che c'è una grossa crisi economica; anche gli Italiani sono costretti a fare i " LAVORI" che normalmente erano appannaggio delle 'risorse' straniere!
4
  • 67
QUICKMAP