Anzio, armati di pistole tentano di rapinare il gestore di un ristorante: lui reagisce, banditi in fuga

Armati di pistola tentano il colpaccio: rubare l'incasso del ristorante a fine giornata. È accaduto nella tarda serata di ieri. Il proprietario del locale era diretto a casa con l'incasso. Mentre percorreva a piedi un tratto di strada, all'improvviso è stato avvicinato da tre uomini, travisati e armati di pistola che, dopo averlo minacciato, hanno iniziato a colpirlo in testa con il calcio delle stesse armi. Dopo una breve colluttazione con uno dei malviventi, la vittima, è riuscita a disarmarlo facendogli cadere la pistola a terra.

I suoi complici a quel punto, sono fuggiti via. Le grida della vittima, hanno richiamato una guardia giurata che si trovava nei pressi, che lo ha soccorso cercando di bloccare il rapinatore. All'arrivo degli agenti della Polizia di Stato del commissariato di Anzio, diretto da Adele Picariello, il malvivente, identificato per S.C., di 36 anni, è stato bloccato e accompagnato negli uffici di polizia e arrestato per tentata rapina aggravata. L'arma, risultata essere una pistola a salve, modello 92, con caricatore rifornito e senza tappo rosso, è stata sequestrata dai poliziotti. La vittima, ha riportato 10 giorni di prognosi per ferite lacero sul capo. In corso le indagini per l'identificazione dei due complici.
Mercoledì 22 Novembre 2017 - Ultimo aggiornamento: 13:01

© RIPRODUZIONE RISERVATA

COMMENTA LA NOTIZIA
4 di 4 commenti presenti
2017-11-22 16:32:23
Allora se era armato e reagito all'aggressione e avesse sparato e ferito o ucciso il rapinatore oggi sarebbe indagato per eccesso di legittima difesa, in quanto l'arma era a salve, per "per atto dovuto". Poi manifestazioni, poi quanta colonna, poi i famigliari della vittima chiedevano un congruo risarcimento. Il trattore si doveva vendere il ristorante la casa e tutti i suoi beni. Il tizio sicuramente noto pregiudicato alle forze dell'ordine. Inoltre perché ancora la vendita di riproduzioni fedeli di armi, chi viene aggredito e con una pistola in faccia in quei momenti come può capire arma vera o arma a salve? Diciamo che questa volta è andata bene senza morti e senza arrestati (le vittime).. dell'aggressione subita. Sicuramente processo per direttissima e scarcerato immediatamente. Ora il ristoratore si dovrà guardare sempre le spalle per una eventuale ritorsione o vendetta, di colpe non sue.
2017-11-22 12:42:40
In base alle leggi burletta di questo paese è eccesso di legittima difesa. Il rapinatore fuori ed il rapinato aggredito in carcere a meditare. E gli è andata bene; potrebbe essere condannato a risarcire il rapinatore. Pietro, da retta, tira lo sciacquone sull'Italia.
2017-11-22 14:25:49
chi è Pietro?
2017-11-22 16:53:38
Un amico suo che sta molto in alto.
4
  • 90
QUICKMAP