Roma, arte, cibo e cultura per finanziare il primo museo subacqueo a favore di una pesca sostenibile

Acquolina Ristorante, unico ristorante stellato della capitale specializzato nella cucina di pesce, in collaborazione con l’Associazione Onlus “La casa dei Pesci” organizzano per il prossimo 5 dicembre un appuntamento di arte e cultura per raccontare e sostenere il primo museo subacqueo ideato e sostenuto dall’associazione la Casa dei Pesci.

Nato dal sogno del pescatore Paolo Fanciulli, il progetto la Casa dei Pesci, www.casadeipesci.it, ha come obiettivo il ripopolamento ittico nelle acque prospicienti il litorale maremmano. Per ottenere il risultato, è stata elaborata una grande idea che unisce arte, cultura, ambiente e promozione del territorio: realizzare grandi opere scultoree in marmo – donato dalle Cave di Michelangelo di Carrara – e posizionarle sui fondali in modo da garantire ai pesci una vera e propria casa di tranquillità. Non solo.

Le sculture sono realizzate da artisti provenienti da tutto il mondo che hanno come desiderio quello di contribuire al progetto con la propria arte e la propria sensibilità. A oggi sono 24 i blocchi di marmo già lavorati e già sistemati sui fondali ma il progetto è molto più ambizioso come dice lo stesso presidente della Casa dei Pesci Ippolito Turco: “Vorremmo creare un vero e proprio museo di sculture sottomarine e nello stesso tempo un parco a terra che indichi ciò che si può vedere sottacqua.”

Per raggiungere l'obiettivo la Casa dei Pesci presenta una nuova campagna di sculture, di scultori e un nuovo modo di partecipazione diretta dei cittadini nella realizzazione del progetto perché tutti siano consapevoli della necessità di tutelare l'ambiente marino e delle potenzialità di promozione che un progetto come la Casa dei Pesci può rappresentare per la Maremma intera. Gli artisti che si sono resi disponibili per il secondo ciclo di sculture sono: Lea Monetti, Stefano Corti, Massimo Catalani e Giorgio Butini (già attivi nel primo ciclo), il britannico John Cass, Aurora Avvantaggiato e l'austriaco Johan Goelles.

Lo chef di Acquolina Ristorante Alessandro Narducci, convinto sostenitore di una pesca che rispetti i cicli naturali, insieme al direttore Andrea La Caita hanno subito colto la rilevanza del progetto e ritenuto di sostenere la raccolta fondi attraverso l’organizzazione di una serata di fundraising.
Il 5 dicembre Acquolina Ristorante ospiterà un galà di presentazione del progetto artistico che vedrà la presenza dell’ideatore Paolo Fanciulli e di alcuni artisti internazionali coinvolti direttamente nel progetto o nella diffusione dello stesso come Massimo Catalani ed Emily Young. Lo chef Narducci accompagnerà gli 80 ospiti attesi per l’occasione in un percorso degustativo di piatti realizzati nel rispetto della materia prima proveniente direttamente dall’attività di pesca di Paolo Fanciulli. Una selezione di piatti icona e altre proposte ideate appositamente per l’occasione dallo chef saranno servite a passaggio ed accuratamente abbinate ad una importante selezione di vini italiani. Una serata unica nel suo genere per vivere e toccare con mano diverse forme artistiche tutte accumunate dal forte amore per il mare e sostenere un progetto di beneficenza con un concreto aiuto economico.
Marted├Č 21 Novembre 2017 - Ultimo aggiornamento: 13:37

© RIPRODUZIONE RISERVATA

COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti
QUICKMAP