seguici su Facebook Twitter Google+ RSS
Sabato 19 Aprile - agg.16:58
Sfoglia il nuovo giornale digitale
Messaggero logo
Roma

Traffico di droga e prostitute
Torna l'allarme per la mafia albanese

Dallo speronamento di un'auto della polizia gli agenti sono risaliti a un albanese che è finito in manette

ROMA - L'ombra sinistra della mafia albanese. Sullo sfondo prostituzione e droga. Lo sfruttamento di giovani donne dell'Est Europa e i soldi ottenuti con il controllo del mercato del sesso sulle strade della Capitale investito in un fiorente traffico di droga che, molto probabilmente, arriva proprio dalla terra delle Aquile. Non solo: anche la disponibilità di armi per regolare eventuali sgarri di malavita. Questo il contesto, attualizzato quindi, dell'ultima indagine degli agenti del commissariato Viminale che per giorni hanno pedinato alcuni sfruttatori albanesi e spacciatori.

Poi, ieri mattina, le manette sono scattate alla Borghesiana, periferia del Casilino, per un albanese di 28 anni che a bordo di un'Alfa Romeo rubata ha speronato le auto della polizia. Una volta arrestato gli agenti hanno capito il perchè dello speronamento. In un doppio fondo dell'auto c'erano nascosti oltre 20 chili di marijuana. Nell'abitazione dell'uomo, sempre in quello spicchio di periferia, sono saltati altri 5 chili di droga da un armadio. La droga sequestrata ammonta ad un valore di oltre 200.000 euro. E' ricercata una giovane romena che, secondo gli investigatori, sarebbe a capo di un giro di prostituzione e complice dell'albanese arrestato. Indagini, quelle sulla mafia albanese e sul giro di armi e droga, volute dal questore Fulvio Della Rocca.

Pochi giorni fa, sempre al Casilino, la polizia ha arrestato altri tre cittadini albanesi in possesso di stupefacente e anche con una pistola. Tre settimane fa, in un appartamento a San Giovanni gli investigatori di Viminale hanno scoperto un covo dove tre albanesi nascondevano droga e due pistole con il colpo in canna. Anche in quest'occasione sempre lo stesso contesto: controllo del territorio, sfruttamento della prostituzione e riciclaggio dei soldi investiti in droga.

Mercoledì 01 Agosto 2012 - 17:36
Ultimo aggiornamento: -
VUOI CONSIGLIARE QUESTO ARTICOLO AI TUOI AMICI?
DIVENTA FAN DEL MESSAGGERO
SEGUICI su facebook
LE NEWS PIÙ LETTE

Prende guardia giurata in ostaggio per rapinare cassa continua, ucciso da un carabiniere a Circonvallazione Aurelia

Tragico tentativo di rapina stamattina alle 7.30, sulla Circonvallazione Aurelia 21, a Roma,

Napolitano, ipotesi di addio anticipato: dimissioni entro fine anno

E' un bilancio in agrodolce, in cui pesano fattori contrastanti, quello che traccia Giorgio Napolitano...

Fisco, giù l'Irap e stretta sulle rendite finanziarie

Alleggerimento dell'Irap, pur se in misura parziale per quest'anno e piena (dieci per cento) dal...

Bonus Irpef da 80 euro, rinvio per gli incapienti e le partite Iva

Alla fine l'operazione "80 euro" è tornata alla sua fisionomia originale, quella che...

Uomini ossessionati dalle dimensioni del pene: Milano "capitale" degli interventi

Milano è diventata la capitale della penoplastica. Una media di 20-30 interventi al mese e un record...

CASA
Pensioni nel 2014, cresce l'età delle donne
Si allontana il congedo. Nel 2017 pareggio anagrafico tra i due sessi
Case sfitte, quando e perché si paga l'Irpef
La tassa è dovuta per alloggi vuoti nella città di residenza
Guida alla Tasi, prima rata a giugno
Presto le aliquote decise dai Comuni. Il saldo entro il 16 dicembre
GUARDA TUTTE LE NEWS
CONSULTA GLI ANNUNCI IMMOBILIARI
IL METEO
TUTTOMERCATO
CALTAGIRONE EDITORE | IL MATTINO | CORRIERE ADRIATICO | IL GAZZETTINO | QUOTIDIANO DI PUGLIA | LEGGO | PUBBLICITA' CONTATTI | PRIVACY
© 2012 Il MESSAGGERO - C.F. e P. IVA 05629251009