Camion dei rifiuti aggancia la bici
ciclista muore schiacciato

Il camion di rifiuTi che ha travolto il ciclista (foto di Fulvio Ventura)
Incidente mortale a Tivoli, camion di rifiuti ha travolto e schiacciato un  ciclista alle porte della città. E' successo alle ore 9 di questa mattina. La vittima è un uomo di 73enne di Roma, residente a Colli Aniene. Il ciclista era insieme ad altre tre persone e stava facendo un'escursione tra i paesi della valle dell'Aniene. Al momento non è ancora chiara la dinamica.

Da una prima ricostruzione della polizia locale di Tivoli il camion ha agganciato il ciclista e lo ha risucchiato, l'uomo è finito sotto le ruote del mezzo pesante ed è stato trascinato per qualche metro. Il conducente del mezzo è sotto choc. Via Tiburtina, dove è successa l'ennesima tragedia della strada, è stata  chiusa per oltre 3 ore in entrata e in uscita dalla città. Lunghe code e forti disagi alla circolazione.
Sabato 17 Giugno 2017 - Ultimo aggiornamento: 15:57

© RIPRODUZIONE RISERVATA
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 7 commenti presenti
2017-06-17 22:59:43
Girare su due ruote è sempre rischioso. Sulle nostre strade lo è ancora di più per le condizioni delle strade e dei comportamenti. Per poter commentare questa notiizia sarebbe opportuno sapere come si sono svolti i fatti aspettando le indagini che, si spera, possano fare luce sulla vicenda. .
2017-06-17 21:44:18
certo che le strade sono impraticabili ma anche loro i ciclisti ci mettono del loro . vanno sempre in comitiva e sembra la strada sia loro . però mi dispiace x questo uomo . condoglianze alla famiglia.
2017-06-17 21:30:29
bei commenti superficiali e quanto si è bravi a generalizzare. Non mi stupisco che le strade siano una giungla. Il problema è il rispetto del codice della strada e del raziocinio degli individui, l'ultimo sicuramente non abbonda in chi trae certe sommarie conclusioni e le esprime persino.
2017-06-17 21:29:36
Se le strade italiane non sono adatte ad andare in bici (ma non è sempre vero), vuol prorio dire che l'Italia è rimasta molto indietro. Sarebbe invece ora una maggior attenzione da parte di chi "pilota" mezzi a motore.
2017-06-17 18:35:17
Le strade sono tutte un colabrodo e non sono adatte per il ciclismo. Poi ci sono ciclisti improvvisati che credono di essere i padroni della strada senza alcun rispetto per gli automobilisti non conoscendo le regole per la circolazione in bici. Dispiace per quello che è successo, ma bisogna vedere anche in che modo si è verificato l'incidente.
QUICKMAP