Roma, materiali pericolosi, lamiere e rifiuti speciali: sequestrata a Magliana una discarica abusiva

La Polizia Locale ha sequestrato ieri mattina un'area di 3300 metri quadri in via della Magliana: si tratta di un deposito abusivo di materiali pericolosi, con scarti da demolizione, lamiere in ferro, pneumatici e rifiuti speciali.
Il terreno era proprietà di una società a cui un anno fa la Protezione Civile aveva intimato la demolizione di alcuni capannoni pericolanti. Il Reparto Tutela Ambiente dell' XI Gruppo Marconi ha accertato che oltre ai reati riguardanti la presenza della discarica irregolare, non era mai stato fatto alcun lavoro di messa in sicurezza.

Da diverse segnalazioni inoltre sembrava che all'interno dormissero alcuni senza fissa dimora. Dopo un incendio avvenuto ad inizio mese la situazione si era fatta ancora più grave, con il rischio che un ulteriore crollo o cedimento
strutturale mettesse a rischio l'incolumità delle persone. Per questo motivo gli agenti hanno posto i sigilli a tutto il fabbricato, denunciando i responsabili per violazione delle norme ambientali e omissione di lavori su
edifici pericolanti.
Venerdì 19 Maggio 2017 - Ultimo aggiornamento: 13:56

© RIPRODUZIONE RISERVATA

COMMENTA LA NOTIZIA
1 di 1 commenti presenti
2017-05-20 10:42:01
Appare sempre più evidente che la Polizia Locale ha ambiti di competenze molto vaste, sconosciute ai più, e tutte suscettibili di incidere sulla qualità della vita della gente, soprattutto della gente comune. Numerose attività hanno una certa rilevanza mediatica, altre ne hanno meno, se non nulla, ma non per questo possono essere disattese: cosa direbbe un cittadino, tanto per fare un esempio, che si vedesse negata la possibilità di andare a far visita ad un convivente in stato di detenzione perché la P. L. non ha effettuato i dovuti accertamenti sulla effettività della convivenza stessa? Oppure chi di notte dovesse chiamare la Guardia medica e questa non intervenisse perché il personale della stessa P.L., che fornisce l’indefettibile supporto al medico, non era disponibile? Tutto questo a dispetto di molti autorevoli commentatori che, soprattutto attraverso una tastiera, pretendono di fissare loro le priorità di intervento, quando non sentenziano che il Corpo dovrebbe essere sciolto perché tanto non serve a nulla! Certo, poi le cose le farebbero loro! E dire che l’organico della P.L. di Roma è sotto di quasi tremila unità!
QUICKMAP