seguici su Facebook Twitter Google+ RSS
Sabato 19 Aprile - agg.19:35
Sfoglia il nuovo giornale digitale
Messaggero logo
Roma

Sciopero a Roma, metro B chiusa
aperta la A: bus a singhiozzo

PER APPROFONDIRE tagsciopero, roma, trasporti, metro
Caos a Termini (foto Barsoum-Toiati)

ROMA - Caos venerdì a Roma per lo sciopero dei trasporti indetto dall'Usb: a complicare la situazione una lite scoppiata alla stazione Flaminio che ha provocato un blocco della linea A nella tratta Termini-Battistini dalle 6.17 alle 9,11. Alle 17 è iniziata la fascia di garanzia terminata alle 20 A parte l'incidente di questa mattina a Flaminio, la linea A è rimasta aperta. Chiusa invece la linea B.

Alle 20, alla ripresa dello sciopero ecco la situazione: metro A attiva con possibile riduzione di corse; metro B ore 20 ultime corse poi chiusura; Roma-Lido attiva con riduzione di corse; Roma-Viterbo (Atac) sospeso servizio urbano; servizio extraurbano ridotto (solo treni 612-713) e Termini-Giardinetti attiva con possibili riduzioni di corse. Per quanto riguarda bus, filobus e tram possibili riduzioni di corse o sospensioni di linee su tutta la rete. Possibili disagi con riduzioni di corse per le linee della zona Ardeatina gestite da Roma Tpl.

Sono alti i dati delle adesioni allo sciopero: una media del 70% fra gli autisti e del 50% fra gli operai addetti alla manutenzione della Officine Grandi Riparazioni.

Tram dimezzati e una rete bus quasi scomparsa.
Lunghe attese alle fermate dei bus: «Sono qui da mezz'ora e non è passato neanche un bus - racconta una signora - .Mai vista una cosa simile. Di solito, anche se c'è sciopero, qualcosa si muove». «Siamo stufi di questi continui stop - si lamenta un ragazzo - Roma è davvero invivibile così. Troppi scioperi e, quando non ci sono, troppe cose che non vanno. Basta pensare alla metro B1!». È invece caccia ai taxi, presi in giornata letteralmente d'assalto da romani e turisti. A complicare la situazione trasporti e mobilità a Roma - le ztl diurne sono state lasciate aperte per creare meno disagi al traffico - anche la chiusura della campagna elettorale dei candidati a sindaco di Roma.

Caos a Termini. Caos questa mattina alla stazione Termini. Romani e turisti, spaesati ma anche inviperiti per lo stop della metro, hanno letteralmente 'assaltato' i bus nello spiazzale della stazione Termini cercando un passaggio per l'ufficio o il centro. La metro A tra Termini e Battistini è rimasta ferma per tre ore dalle 6 alle 9 per una lite tra due persone alla stazione Flaminio: entrambi sono caduti sulle rotaie e hanno reso necessario l'interruzione del servizio nella tratta.

Traffico in tilt.
Traffico nel caos soprattutto nella zona nord della Capitale. Già all'alba era molto consistente per l'annunciato sciopero ma a peggiorare la situazione anche l'incidente avvenuto alla stazione Flaminia. Code soprattutto nell'area nord di Roma, in particolare sulla via Flaminia, tra lo svincolo del Gra e Corso Francia, in via Cassia all'altezza di via Due Ponti, sulla Tangenziale tra via Nomentana e via Salaria, in via Battistini. Ed ancora code sulla via Aurelia tra via di Malagrotta fino a piazza Irnerio, via del Foro Italico, viale del Muro Torto e in via Cipro. Problemi e code anche sulla Cristoforo Colombo, tra via Acilia e via di Malafede. Rallentamenti con code anche sul Grande Raccordo Anulare, in particolare all'altezza dello svincolo della Laurentina per un incidente.

Alemanno: indignato.
«Nonostante lo sciopero dell'Usb sia stato indetto secondo quelle che sono le norme previste dalla legge io non posso non protestare contro questo genere di scioperi. Ha aderito il 28% del personale Atac, eppure questo 28% ha paralizzato gran parte della città». Lo ha detto il sindaco di Roma, Gianni Alemanno, aggiungendo che «non ci sono motivazioni tali da giustificare uno sciopero di questo genere, non ci sono crisi in atto, situazioni di licenziamenti o chissà cos'altro, è semplicemente un fatto ideologico, una concorrenza tra sigle sindacali». «Sono veramente indignato, bisogna che ci sia una regolamentazione più dura, più netta, bisogna che ci sia un'attenzione del prefetto molto superiore rispetto al passato e bisogna che ci sia un senso di responsabilità da parte di tutte le sigle sindacali, anche per evitare l'omologazione delle rivendicazioni e delle rappresentanze: una cosa sono le sigle sindacali che hanno rappresentanza e rivendicazioni importanti, che è giusto che scioperino e che esercitino questo diritto, altra è il fatto che chiunque si svegli la mattina e possa paralizzare la città», ha concluso.

Venerdì 24 Maggio 2013 - 09:20
Ultimo aggiornamento: -
VUOI CONSIGLIARE QUESTO ARTICOLO AI TUOI AMICI?
DIVENTA FAN DEL MESSAGGERO
SEGUICI su facebook
LE NEWS PIÙ LETTE

Prende guardia giurata in ostaggio per rapinare cassa continua, ucciso da un carabiniere a Circonvallazione Aurelia

Tragico tentativo di rapina stamattina alle 7.30, sulla Circonvallazione Aurelia 21, a Roma,

Napolitano, ipotesi di addio anticipato: dimissioni entro fine anno

E' un bilancio in agrodolce, in cui pesano fattori contrastanti, quello che traccia Giorgio Napolitano...

Fisco, giù l'Irap e stretta sulle rendite finanziarie

Alleggerimento dell'Irap, pur se in misura parziale per quest'anno e piena (dieci per cento) dal...

Bonus Irpef da 80 euro, rinvio per gli incapienti e le partite Iva

Alla fine l'operazione "80 euro" è tornata alla sua fisionomia originale, quella che...

Uomini ossessionati dalle dimensioni del pene: Milano "capitale" degli interventi

Milano è diventata la capitale della penoplastica. Una media di 20-30 interventi al mese e un record...

CASA
Pensioni nel 2014, cresce l'età delle donne
Si allontana il congedo. Nel 2017 pareggio anagrafico tra i due sessi
Case sfitte, quando e perché si paga l'Irpef
La tassa è dovuta per alloggi vuoti nella città di residenza
Guida alla Tasi, prima rata a giugno
Presto le aliquote decise dai Comuni. Il saldo entro il 16 dicembre
GUARDA TUTTE LE NEWS
CONSULTA GLI ANNUNCI IMMOBILIARI
IL METEO
TUTTOMERCATO
CALTAGIRONE EDITORE | IL MATTINO | CORRIERE ADRIATICO | IL GAZZETTINO | QUOTIDIANO DI PUGLIA | LEGGO | PUBBLICITA' CONTATTI | PRIVACY
© 2012 Il MESSAGGERO - C.F. e P. IVA 05629251009