Roma, auto con tre rom non si ferma all'alt e investe nove persone in via Mattia Battistini: morta una donna, sei feriti gravi

di Costanza Ignazzi
Tre nomadi alla guida di un'auto in fuga a Roma hanno investito nove persone. Una donna è morta, gli altri sono gravi. E' il bilancio del tragico inseguimento tra un'auto con a bordo tre rom e una macchina della polizia in via Mattia Battistini. I tre nomadi non si sono fermati al posto di blocco e hanno proseguito la loro folle corsa per poi abbandonare la vettura, una lancia Lybra grigia, e darsi alla fuga.



La dinamica

Intorno alle 20 la polizia ha intercettato l'auto che procedeva a zig zag su via Mattia Battistini, ma i tre zingari, invece di fermarsi all'alt, hanno spinto sull'acceleratore e sono fuggiti, sfrecciando a 180 all'ora e travolgendo sette persone che aspettavano l'autobus all'altezza della metro Battistini.



Un donna filippina di 44 anni è morta dopo essere stata trascinata per svariati metri. Si è aggrappata con tutte le sue forze al parabrezza della macchina e ha mollato la presa solo quando non ce la faceva più, morendo sul colpo. Otto altre persone sono rimaste ferite in strada, in mezzo al sangue e alle urla dei passanti. Ma la corsa sfrenata dell'auto pirata non era ancora finita: altre due persone sono state investite nei pressi di via dei Monti di Primavalle e un altro incidente è stato provocato contro uno scooter.



Gli zingari hanno poi abbandonato l'auto e tentato la fuga a piedi in un grosso caseggiato popolare di Montespaccato. Solo una di loro, una nomade di 17 anni che abita nel campo della Monachina, è stata raggiunta e fermata dalla polizia. Le altre due persone a bordo, tra cui il conducente, sono ancora ricercate da polizia e carabinieri. La Lancia Lybra sarebbe intestata ad A.A., di origini rom, il quale risulterebbe intestatario di almeno altre 20 auto.



Otto persone ferite

I feriti, due filippini di 38 anni (uomo) e 47 anni (donna, in codice rosso), 3 italiane di cui una 33enne, ricoverata in codice rosso, e altre due di 19 e 29 anni. Ferite anche due cittadine francesi di 24 anni, di cui una in codice rosso, e un cittadino moldavo di 22 anni. I due codici rossi sono ricoverati rispettivamente al Gemelli e al San Filippo Neri. Un'altra persona in codice giallo è al San Carlo di Nancy e una in codice verde al Santo Spirito.



Le indagini

La procura di Roma procede per omicidio volontario: il reato sarà contestato al conducente, fuggito e non ancora rintracciato. La 17enne, minorenne e che non era alla guida dell'auto, potrebbe essere invece solo denunciata.



Il Campidoglio

Il commento delle istituzioni arriva da parte del vicesindaco Luigi Nieri, che ha visitato i feriti e portato la vicinanza dell'amministrazione comunale. Informato anche il sindaco Marino, che «ha chiesto di essere aggiornato costantemente sugli sviluppi. L'amministrazione - spiega Nieri - è vicina a tutti loro e alle loro famiglie e si stringe intorno alla famiglia della vittima che, purtroppo, ha perso la vita nell'investimento. Forniremo tutta l'assistenza possibile per aiutare le persone coinvolte e siamo al fianco delle forze dell'ordine che stanno svolgendo le indagini per chiarire i contorni di questa assurda vicenda».
Mercoledì 27 Maggio 2015 - Ultimo aggiornamento: 28-05-2015 10:26

COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 163 commenti presenti
2015-05-28 10:24:31
E ora la Boldrini che cosa dirà. Che cosa c'è da difendere della loro cultura? A me hanno insegnato che all'alt di un posto di blocco ci si ferma, ora dobbiamo prendere esempio dagli zingari e non fermarci più? E' uno schifo totale e di questo sindaco non se ne può più.
2015-05-28 10:19:33
Mi chiedo quando qualche politico ed illustre sociologo asseriranno che la responsabilità di queste vittime è del razzismo degli italiani che non permettono ai rom di integrarsi ed inoltre, che é colpa delle forze dell'ordine che non devono fare posti di blocco e soprattutto NON devono permettersi di inseguire una macchina che non si ferma all'alt!!! Inoltre, per calmare gli animi, la Boldrini proporrà una giornata di festa nazionale per onorare i rom!!!
2015-05-28 10:18:35
Nieri, tu e Marino...state zitti e dimettetevi. Bla,bla, bla, bla...Vergognatevi!
2015-05-28 10:17:33
Chissà se questi criminali saranno infine puniti come la Legge prevede. Nel frattempo il campo abusivo sulla collina alle spalle della stazione Metro Valle Aurelia - come tanti altri - si espande fuori controllo e nell'impunità. In giornate come queste si rimane attanagliati tra la paura per la recrudescenza della criminalità e il dolore per la donna uccisa, per la sua famiglia e per i suoi figli.
2015-05-28 10:16:29
I buonisti e l'opera nomadi dove sono? Diranno...non sono tutti cosi...infatti c'è anche di peggio! Ora basta! Devono andare via. Andata alla stazione termini...uno schifo totale, sempre per colpa di questi! il sig. marino (Sindaco di chi e di che?) parla, parla, parla...gli dia pure le case...già hanno i pulmini gratis che li portano a scuola (vedeste a fare cosa...) mentre i cittadini onesti pagano la retta del trasporto scolastico...io, mi spiace, ma sono con Salvini!
QUICKMAP