Roma, Il liceo artistico a Tor Marancia diventa un'opera d'arte

di Cristina Montagnaro
Tor Marancia, la periferia della street art. Si trova nell’ VIII municipio di Roma, nel quartiere ardeatino, non lontano dal centro. E da oggi libera la propria fantasia attraverso un’altra opera d’arte: la facciata dell’istituto Caravaggio in Viale Odescalchi si toglie le incrostazioni e diventa più allegra. Volti di bambini, farfalle e fiori su uno sfondo blu, grazie all’ artista americano Gaja e agli studenti.
 

 
Questo è stato possibile attraverso la sinergia tra associazione 999Contemporary, che ha organizzato il progetto di riqualifica del quartiere, Ater e VIII Municipio di Roma.
 
«Grazie all’artista americano Gaia e all’impegno degli studenti del liceo Caravaggio, al sostegno della casa farmaceutica Pfizer, la facciata erosa della scuola lascia il posto a un’altra splendida opera di Street Art. Il filo rosso che lega il dipinto di Gaia è quello del cambiamento. ‘Uneven Humanism’, è una rappresentazione di farfalle variopinte e volti di bambini, metafore e simboli del processo migratorio che coinvolge uomini e donne di tutto il mondo. La diversità intesa come felicità, come bellezza, come unicità e arricchimento» afferma Andrea Catarci, presidente del VIII Municipio di Roma.
“Nel quartiere di Tormarancia la pratica della rigenerazione urbana dei palazzi attraverso i murales è diventata ormai abituale”.
 
Francesca Mezzano,  manager culturale di 999Contemporary, racconta come è nata l’idea: «Abbiamo deciso di continuare ad investire su questo territorio creando aggregazione e nello stesso tempo riqualificando anche una parte del quartiere e creare un’attrattiva turistica. Con questo progetto saremo presenti anche alla Biennale d’arte di Venezia».
Hanno partecipato anche gli studenti del liceo artistico, che hanno contribuito all’opera di street art, abbellendo la loro scuola e dando spazio alla loro fantasia, armati di pennelli e bombolette spray.
Per chi vuole conoscere meglio la street art di questo quartiere ci sono dei tour organizzati proprio dai residenti del quartiere. Tra questi l’associazione Mast 35, che insieme agli abitanti illustra le facciate del palazzo dei lotti di Tor Marancia spiegando come sono nate le opere e chi le ha disegnate. 11 palazzi del comprensorio 22 murales monumentali, a cui si aggiungono quest’ultima. Alti 14 metri e con una superficie di 145 metri quadrati l'uno, per un totale di 2.610 metri quadrati. Tra i tanti murales che si possono ammirare quello "Veni Vidi Vinci" e la rappresentazione della Madonna, di due writers famosi, rispettivamente Lek e Sowat  e Mr Klevra.
 
Mercoled├Č 4 Maggio 2016 - Ultimo aggiornamento: 14:16

© RIPRODUZIONE RISERVATA

COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti
QUICKMAP