Roma, clochard muore di freddo in una baracca: è un rumeno di 34 anni

È un cittadino romeno di 34 anni il senza fissa dimora trovato senza vita, questa mattina, in una baracca abusiva in via Cassia Nuova, all'altezza del civico 152. Il corpo del giovane era stato rinvenuto poco dopo le sette e sul posto sono intervenuti sia il 118 che i carabinieri della stazione di Tomba di Nerone. Il decesso è avvenuto per cause naturali, probabilmente per via del freddo, le autorità hanno disposto la restituzione della salma ai familiari. 

Senza il riscaldamento e con le temperature sempre più rigide, l'uomo si è probabilmente addormentato e non si è più svegliato a causa dell'ipotermia. E per far sì che a questa prima vittima del freddo non ne seguano altre la Croce rossa di Roma ha potenziato le unità di strada attive tutto l'anno per l'assistenza ai senza dimora. In sinergia con il piano deciso dal Comune di Roma, la Croce Rossa aggiungerà altre unità di strada presso le stazioni metro di Flaminio e Ponte Mammolo la cui apertura insieme ad altre stazioni (Ostiense-Piramide, Piazza Vittorio) è stata decisa dal Campidoglio per dare ricovero a chi vive per strada. A tutti saranno date bevande calde, coperte e assistenza.

I volontari di Croce Rossa stanno da ieri sera informando in tutta la città i senza dimora anche sulla apertura notturna delle stazioni. «Questa attività di solidarietà di Croce Rossa Italiana - si legge in una nota della Cri - verso i più vulnerabili si affianca anche ad una campagna di prevenzione nazionale rivolta a tutti sui comportamenti più corretti da tenere per fronteggiare le basse temperature climatiche. Una campagna che si rivolge soprattutto anche agli anziani che non vano lasciati soli. Nel vademecum di Croce Rossa è descritto cosa fare in casa, in auto, quando si esce all'aperto, in caso di sintomi di congelamento, ma vengono forniti anche consigli sull'alimentazione e sull'assunzione di farmaci, oltre che l'invito a rivolgersi alle strutture sanitarie in caso di necessità».

Il 'Piano invernò del Campidoglio, in vigore già da ieri, oltre all'apertura delle stazioni, prevede la distribuzione di bevande calde, 1.000 coperte e la presenza in strada di una maggiore presenza di vigili urbani e operatori della protezione civile nelle attività di assistenza e controllo. Le misure si aggiungono al 'Piano Invernò ordinario - in vigore dal 27 Novembre scorso - che garantisce oltre 370 posti di prima accoglienza sotto il coordinamento della Sala Operativa Sociale (SOS) del Campidoglio: per segnalare casi bisognosi d'assistenza, o per riceverla, è disponibile il numero verde 800440022, attivo 24 ore su 24. Intanto anche il Bioparco corre ai ripari per proteggere gli animali più sensibili alle basse temperature somministrando loro pasti ad alto contenuto calorico e riscaldando gli ambienti interni.
Martedì 19 Gennaio 2016 - Ultimo aggiornamento: 20-01-2016 08:59

© RIPRODUZIONE RISERVATA
QUICKMAP