Roma, cinema senza agibilità, il certificato è fasullo: manager a processo

di Marco Carta
Il bombardamento durante la guerra. Gli anni gloriosi del neorealismo, quelli di Pier Paolo Pasolini e di Luchino Visconti. Poi l'oblio, dal cinema a luci rosse fino alla chiusura. Quella del cinema Avorio al Pigneto è una storia simile a molte delle tante sale di quartiere che fino a qualche anno fa animavano la vita culturale di Roma. Soffocate dai multisala e costrette alla chiusura. Ma il finale, almeno per ora sembra essere a lieto fine per il cinema di via Macerata, che proprio qualche settimana fa ha riaperto i battenti...
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO:
  • Accesso illimitato agli articoli
    selezionati dal quotidiano
  • Le edizioni del giornale ogni giorno
    su PC, smartphone e tablet
SCOPRI LA PROMO



Domenica 3 Dicembre 2017 - Ultimo aggiornamento: 04-12-2017 15:55

© RIPRODUZIONE RISERVATA

  • 16
QUICKMAP