Roma, brucia Castel Fusano: la pineta di nuovo sotto attacco

di Mirko Polisano
La pineta di Castel Fusano brucia ancora. Il polmone verde di Roma, da questa mattina, è di nuovo sotto l'attacco dei piromani. Si tratta del secondo incendio appiccato in meno di una settimana e del quarto rogo in un mese.
 
 

Numeri che fanno ipotizzare che dietro la lunga scia di fuoco possa esserci un piano criminale contro il parco del litorale. Un incendio fotocopia a quello scoppiato lunedì 12 giugno: le fiamme sono divampate all'alba in un punto a ridosso della stazione Cristoforo Colombo e non facilmente raggiungibile. Una circostanza che fa pensare che ad agire sia stato un maleintenzionato. Da giorni, i carabinieri forestali che indagano sulla serie di roghi stanno dando la caccia a uno o più piromani.

Anche l'orario è insolito, come accaduto sei giorni fa, la pineta ha iniziato a bruciare all'alba. I soccorsi hanno impiegato diverse ore per domare le fiamme. A dare aiuto ai pompieri e agli uomini della protezione civile che erano sulla linea del fronte fuoco, sono arrivati i rinforzi dall'alto. Due elicotteri con il cestello hanno più volte fatto rifornimento nel mare di Ostia e dal cielo hanno gettato l'acqua per spegnere il rogo.
 
Domenica 18 Giugno 2017 - Ultimo aggiornamento: 11:37

© RIPRODUZIONE RISERVATA

COMMENTA LA NOTIZIA
3 di 3 commenti presenti
2017-06-18 17:27:32
forse NON abbiamo capito che SIAMO un popolo Marcio.....dalle fondamenta !!
2017-06-18 15:59:17
Torrette di controllo, telecamere, polizia a cavallo, pattuglie a piedi, segnalatori di inizio incendio? Oggi abbiamo a disposizione perfino i droni ma a quanto pare ├Ę pi├╣ facile chiamare i pompieri. Dopo.
2017-06-18 12:13:19
MAI nessuno in Galera ?? Come mai ???
3
  • 493
QUICKMAP