Roma, il gelo “brucia” campi e serre
prezzi alle stelle per gli ortaggi
L'allarme del Car: bietole +350%
spinaci + 225 e lattuga +170%

Lattuga +170%, spinaci +225%, bietole +350%: ammesso di trovarli, gli ortaggi stanno facendo segnare aumenti di prezzo senza precedenti perché le temperature di questo gennaio hanno colpito alla base la catena produttiva o il sistema dei trasporti. L'allarme arriva dal Centro Agroalimentare Roma che rifornisce la Capitale e che a sua volta viene rifornito dai colitivatori di tutto il Lazio e da gran parte di quelli dell'Italia centro meridionale. Pochi prodotti al punto che molte bancarelle dei mercati rionali non hanno nemmeno aperto.

Dopo gli scambi dell’odierna giornata, il consuntivo del management ha potuto riscontrare una disponibilità dei volumi ridotta del 40% rispetto ai quantitativi consueti e rincari nei prezzi all’ingrosso di certe referenze schizzati a picchi massimi del 50/60% in più, rispetto ai listini di inizio anno.

Valutazione record di 16 euro a cassetta per i fiori di zucca – ovviamente fuori stagione… – e totale indisponibilità delle produzioni attese da Puglia, Abruzzo, Molise, oltre alla penuria di molte produzioni stagionali. Nel più grande e dinamico agromercato all’ingrosso del Paese – qualcosa come un milione di tonnellate di ortofrutta commercializzate all’anno – le attività commerciali e quelle distributive hanno risentito notevolmente dell’ondata di gelo che ha colpito con una violenza particolare le zone laziali a spiccata vocazione agricola. Dai cellulari accesi dei grossisti in contatto con i fornitori dei Castelli Romani, della Sabina, della Pianura Pontina, della Tuscia, dei Litorali nord è venuta fuori una rappresentazione tutt’altro che banale della situazione agricola, commerciale, logistica, distributiva nel Lazio.

La filiera si è congelata e rattrappita. Niente broccoletti da Anguillara. A Fondi, quasi tutto bruciato. Tra Ladispoli e Cerveteri, ridotti ai minimi termini i volumi di finocchi, carciofi e cavoli. Decimata la presenza nel Car dei produttori con attività di vendita diretta per mancanza dei prodotti. Anche nei mercati rionali romani molti banchi di autoproduttori oggi non sono stati aperti. Bruciati, nemmeno raccolti, assenti dai box dei grossisti, o presenti in quantità esigue, gli ortaggi coltivati “a pieno campo”, quindi esposti al maltempo, sono molto rincarati.

Tra gli aumenti più pesanti dei 26 prodotti confrontati oggi con i listini di gennaio 2016 (stessa settimana) spiccano il +350% delle bietole, il +233% dei cipollotti, il +225% degli spinaci, il +170% della lattuga, il 157% delle zucche, il 150% dei cavoli.

L’attività delle serre scaldate a tutta manetta dagli idrocarburi – quelle non sfondate da gelo o neve - ha alzato i rincari. “Per oggi e per domani – dice il topmanager del Car Fabio Massimo Pallottini – le scorte dei grossisti fronteggeranno bene o male le esigenze distributive e gli ordini di rifornimento dai dettaglianti. Inevitabili gli aumenti con questi chiari di luna. E se il gelo seguiterà, non escluderei problemi di rifornimento ortofrutticolo negli esercizi della distribuzione commerciale al dettaglio. Speculazioni? Ancora non ci risultano”. 
Lunedì 9 Gennaio 2017 - Ultimo aggiornamento: 18:55

© RIPRODUZIONE RISERVATA
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 9 commenti presenti
2017-01-10 07:50:46
Noi consumatori abbiamo un'arma a disposizione: non compare nulla ( frutta e verdura), almeno per una settimana. Dopo vedrete come i prezzi ritorneranno alla...normalità. Ma noi italiani, lo abbiamo già dimostrato in tantissime altre occasioni, non mettiamo in pratica mai questo strumento decisivo per equilibrare il " giusto prezzo" spazzando via la speculazione. Noi italiani, stiamo sempre bene, qualsiasi cosa accada. Siamo l'unico popolo che non ha mai fatto nessun tipo di... rivoluzione.
2017-01-10 00:37:07
C'è sempre una scusa per aumentare i prezzi, se non è il gelo è la siccità. Se non l'inflazione che galoppa. Non raccontate frescacce , molti prodotti arrivano dall'estero, verdura compresa!
2017-01-10 00:09:08
ah ecco come fanno le verdure surgelate!
2017-01-09 22:50:57
Per me gli si possono pure marcire nei frigoriferi, sono finiti i tempi della cuccagna, oggi la gente sta attenta a quanto spende e difficilmente si farà prendere per i fondelli così.
2017-01-09 20:22:25
Che pacchia per i speculatori,non aspettavano altro.
9
  • 59
QUICKMAP