Roma, evacuata la stazione Termini: uomo armato di fucile sui binari

Allarme a Roma alla stazione Termini. Il Terminal è stato evacuato improvvisamente dopo la segnalazione giunta alla Polfer di un uomo armato di fucile visto passeggiare sui binari. 
 

Sul posto esercito e polizia che, mitra in mano, hanno fatto defluire le persone dai binari e dalla parte antistante. 

L'uomo con il volto da coperto da un cappellino, sarebbe stato avvistato la prima volta in metro, alla stazione Bologna. Quando la segnalazione è arrivata alla polizia l'uomo era già giunto a Termini. Poi è stato avvistato a Termini, mentre si aggirava tra i binari e la banchina. I passanti presi dal panico si sono rifugiati all'esterno della stazione, correndo verso piazza dei Cinquecento. La stazione è stata chiusa, poi riaperta e chiusa di nuovo. L'uomo, italiano, è stato poi ritrovato alla stazione di Anagni-Fiuggi e l'arma si è rivelata essere un giocattolo.

Ferrovie dello Stato ha reso noto in un secondo momento che la circolazione dei treni nella stazione di Roma Termini è ripresa ed è stata autorizzata la presenza dei passeggeri sulla zona binari. I passeggeri che erano stati fatti evacuare sono rientrati nello scalo romano, presidiato da numerose forze dell'ordine. Anche gli accessi alla stazione sono aperti al pubblico, pur con controlli serrati da parte di agenti di polizia e carabinieri. I negozi, che durante l'evacuazione erano stati chiusi, stanno riaprendo le saracinesche.

Per il controllo all'interno e all'esterno della stazione sono stati impiegati settanta uomini della polizia.
Lunedì 25 Gennaio 2016 - Ultimo aggiornamento: 26-01-2016 08:18

© RIPRODUZIONE RISERVATA
  • 304
QUICKMAP