Roma, sequestrati 76 chili di pesce
senza etichettatura: multe per 8.500 euro

Mercoledì mattina il personale militare della Capitaneria di Porto congiuntamente ai Carabinieri di Tor Bella Monaca, a seguito di una mirata attività di polizia giudiziaria sulla filiera della pesca e sulle norme relative alla commercializzazione di prodotti ittici, ha proceduto al controllo nel territorio di Tor Bella Monaca di quattro esercizi commerciali sia di rivendita al dettaglio che di ristorazione. Durante l'operazione presso le pescherie, sono emerse delle violazioni alla normativa di settore in quanto detenevano sul banco prodotti ittici con etichettatura mancante o errata e, all'interno della  cella frigorifera, ai fini della successiva commercializzazione e somministrazione alla clientela, prodotti ittici privi delle informazioni minime obbligatorie in materia di tracciabilità.

I ristoranti controllati sono stati sanzionati amministrativamente per aver detenuto all'interno della cella frigorifera o congelatore prodotto ittico senza le informazioni minime obbligatorie in materia di tracciabilità. L'operazione ha portato ad elevare sanzioni amministrative per circa 8.500 euro ai proprietari dei quattro esercizi commerciali ed al sequestro di circa 76 Kg di prodotto ittico. Inoltre, il personale operante ha proceduto alla contestazione ad uno di questi del reato di frode in commercio ai sensi dell'art. 515 del Codice Penale in quanto, al momento del controllo, è stata accertata la difformità tra il prodotto proposto alla clientela tramite menù e quello effettivamente
somministrato alla clientela.
Venerdì 9 Febbraio 2018 - Ultimo aggiornamento: 17:01

© RIPRODUZIONE RISERVATA

COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti
QUICKMAP