L'ospedale Bambino Gesù, inaugurata
la nuova struttura a San Paolo

Inaugurata nuova sede del Bambino Gesù (foto Barsoum-Toiati)
ROMA - Una superficie complessiva di oltre 22mila metri quadrati, 6mila dedicati alle attività ambulatoriali e diurne con un flusso di circa 200mila accessi l'anno con una media di 700 pazienti al giorno: sono i numeri del nuovo Centro dell'Ospedale Pediatrico Bambino Gesù nell'area adiacente alla Basilica di San Paolo fuori le mura. Ad aprire la giornata inaugurale la benedizione del segretario di Stato di Sua Santità, cardinale Tarcisio Bertone, nel nuovo centro per le attività ambulatoriali mediche e chirurgiche che dai primi mesi del 2013 si completerà con l'apertura del «più grande centro di ricerche pediatriche d'Europa».

Attivo dagli inizi dello scorso settembre, il nuovo centro, realizzato con le più moderne ed ecocompatibili soluzioni architettoniche e ingegneristiche, accoglie in oltre 6mila metri quadrati l'attività diurna dell'ospedale. Il centro fornisce assistenza sanitaria «innovativa, in una visone integrata e multidisciplinare, coniugando competenze cliniche e scientifiche, per garantire continuità assistenziale» tra il territorio e l'ospedale.

Diverse le prestazioni sanitarie ambulatoriali erogate: allergologia, andrologia, cardiologia, chirurgia del trapianto di rene, chirurgia digestiva, chirurgia epato-biliare, chirurgia generale pediatrica, dietologia clinica, epatologia, gastroenterologia, genetica e malattie rare. A prendere parte all'inaugurazione, tra gli altri, il presidente della Provincia di Roma, Nicola Zingaretti, il vicesindaco di Roma Capitale, Sveva Belviso, il vicepresidente della Regione Lazio, Luciano Ciocchetti, il ministro per la Cooperazione internazionale, Andrea Riccardi, il ministro della Salute, Renato Balduzzi, oltre al presidente dell'ospedale, Giuseppe Profiti.

All'interno del nuovo centro di San Paolo fuori le mura è presente anche un'area dedicata al centro prelievi e due sale operatorie con attigua recovery room, dedicate agli interventi di chirurgia ambulatoriale, ampie sale d'attesa, aree gioco attrezzate e zone dedcate all'allattamento materno. Accanto alle attività assistenziali e ambulatoriali, il centro consolida il ruolo polo di attrazione per i ricercatori stranieri con i quali «condividere programmi e progetti scientifici» nel settore biomedic.
A partire dai primi mesi del 2013 sarà infatti attivato sempre nel centro di San Paolo fuori le mura il più grande centro di ricerche pediatriche d'Europa: l'obiettivo è «attrarre ricercatori dall'estero», obiettivo che si inserisce nel programma che l'Ospedale pediatrico Bambino Gesù sta realizzando in alcuni paesi «allo scopo di sostenere giovani talenti in attività scientifiche e cliniche di studio e lavoro presso il Bambino Gesù». Infine, il nuovo auditorium che conta 212 posti ospiterà corsi e convegni.

Bertone. «L'ospedale pediatrico e il suo presidente ci hanno ormai abituato ad una inconsueta consuetudine, ovvero inaugurare realtà pienamente in funzione e attive - ha detto il Cardinale Bertone nel suo discorso inaugurale - La realizzazione di questo centro contribuisce anche a qualificare questa zona della Capitale, particolarmente cara alla cristianità. Una realtà che dovrebbe essere motivo di giusto orgoglio per ogni cittadino di Roma, ma la cui azione non sarà circoscritta al territorio capitolino, perché è in grado di diventare nel tempo punto di riferimento di livello internazionale per la salute e la ricerca a favore della salute dei bambini. Con l'ospedale pediatrico Bambino Gesù di San Paolo fuori le mura sono stati restituiti dignità e decoro ad una superficie che, pur essendo prossima ad un luogo di primaria importanza religiosa, storica e culturale, finora non era valorizzata».

Per il presidente dell'ospedale, Giuseppe Profiti, «dotare Roma di un centro in grado di soddisfare con ancora maggior efficacia alle esigenze delle famiglie provenienti da tutta Italia per attività anche complesse ma che non richiedono il ricovero per più giorni è un importante risultato per l'Ospedale pediatrico Bambino Gesù e contribuisce a fare della Capitale sempre più una realtà di eccellenza internazionale non solo sul fronte della qualità delle cure ma anche della qualità dell'accoglienza».

Reazioni politiche. «Il nuovo polo clinico dell' ospedale Bambino Gesù, aperto ufficialmente con la benedizione del segretario di Stato del Vaticano cardinale Tarcisio Bertone, è un altro motivo d'orgoglio per la nostra città» afferma il sindaco di Roma Gianni Alemanno. «Il polo sanitario del Bambino Gesù a San Paolo, sostenuto anche dalla Regione Lazio, rappresenta per tante famiglie un ulteriore e innovativo punto di riferimento di una struttura di eccellenza del nostro territorio» ha detto Renata Polverini. «Questa è una perla, un'eccellenza che fa onore alla medicina, a Roma, alla ricerca» il commento del presidente della Provincia Nicola Zingaretti. «Il nuovo centro consente di creare una sinergia con le altre due strutture già presenti, e quindi la possibilità di dividere le degenze con la parte ambulateriale e la ricerca» ha detto il vicepresidente della Regione Lazio, Luciano Ciocchetti.
Mercoledì 24 Ottobre 2012, 14:32 - Ultimo aggiornamento: 30 Novembre, 00:00
COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti
0
QUICKMAP