seguici su Google+ RSS
Giovedì 24 Luglio - agg.22:00
Sfoglia il nuovo giornale digitale
Messaggero logo
Roma

Nuova e gratuita, arriva la raccolta Ama
dei rifiuti ingombranti a domicilio

Servizio attivo dal 2 aprile prenotabile con una telefonata o compilando un modulo online

Raccolta di rifiuti ingombranti
di Laura Bogliolo

ROMA - Aumentare la raccolta differenziata raggiungendo il cittadino direttamente a casa scoraggiando così il fenomeno delle discariche abusive. Parte il 2 aprile la nuova iniziativa promossa da Ama e Roma Capitale che prevede un servizio gratuito di ritiro di divani, televisori ed elettrodomestici in casa. Il servizio di ritiro che costa 1,6 mln di euro «viene fornito su appuntamento dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 18 e il sabato dalle 9 alle 16», ha spiegato il presidente di Ama Piergiorgio Benvenuti.

Come fare? Sarà sufficiente telefonare allo Sportello di Roma Capitale Chiama Roma 060606, prendere un appuntamento e farsi trovare sotto casa con gli oggetti ingombranti da gettare. Il progetto è stato presentato oggi in Campidoglio dal sindaco Gianni Alemanno, l'assessore all'Ambiente Barbara Barbuscia e il presidente di Ama Benvenuti.

Si può richiedere l'intervento degli operatori Ama anche via internet compilando il modulo di richiesta nella sezione Servizi on-line del sito www.amaroma.it. Al momento della prenotazione si dovrà fornire il codice utente riportato in alto a destra nella bolletta della tariffa rifiuti.

Cosa può essere ritirato. Sarà possibile richiedere il ritiro gratuito degli ingombranti, fino a 2 metri cubi di volume. Il ritiro sarà effettuato direttamente al piano stradale dell’abitazione gratuitamente. Rientrano tra i materiali consegnabili: tutti i cosiddetti rifiuti ingombranti “tradizionali”, quali tavoli, armadi, letti, reti, sedie, divani, porte e librerie ma anche i rifiuti di apparecchiature elettriche ed elettroniche come lavatrici, frigoriferi, congelatori, lavastoviglie, computer, monitor, stampanti, televisori, impianti hi-fi, ventilatori e asciugacapelli.

Il servizio è attivo tutto l’anno, ad eccezione dei giorni festivi, dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 18 e il sabato dalle 9 alle 16. Con l’introduzione del nuovo servizio, non saranno più attive dal 30 aprile le 186 postazioni mobili di quartiere per il ritiro gratuito dei rifiuti ingombranti. E' possibile usufruire del servizio gratuito fino a un massimo di 12 volte l'anno e per non più di 2 volte al mese.

Gli operatori saranno identificabili da un fratino e da un badge di riconoscimento. chi usufruisce del servizio riceverà successivamente copia del Formulario di Identificazione Rifiuto-FIR, con l’indicazione dell’impianto di trattamento e recupero dove è stato destinato il rifiuto.



Non possono essere invece consegnati rifiuti “particolari” (indumenti usati, scarpe, borse e accessori di abbigliamento, oli da cottura e simili) e pericolosi (farmaci scaduti, pile e batterie scariche, batterie auto al piombo, consumabili da stampa, cartucce di toner, materiali contenti eternit o amianto, neon, tubi fluorescenti e altri materiali contenenti mercurio, vernici, solventi e tutti i rifiuti etichettati T e/o F), che vanno smaltiti presso i Centri di raccolta o, per alcuni materiali, negli appositi contenitori stradali (ad esempio quelli gialli per gli indumenti usati e quelli rossi/gialli per le pile scariche). Il servizio, infine, non contempla il ritiro di materiali bruciati, bagnati o con muffa.

Resteranno comunque funzionanti i 13 Centri di raccolta, a disposizione dei cittadini tutta la settimana, e gli appuntamenti domenicali mensili nei municipi. Resta anche il servizio di ritiro domiciliare a pagamento “Ricicla casa e lavoro”, a disposizione delle utenze non domestiche nelle forme consuete e delle utenze domestiche per il ritiro al piano di abitazione (o nei box e nelle cantine) e al piano stradale, per i materiali superiori ai 2 metri cubi di volume.

Alemanno. «Da oggi i cittadini, grazie ad Ama, potranno disfarsi dei rifiuti ingombranti senza muoversi da casa e soprattutto senza spendere un euro. In questo modo abbiamo voluto facilitare chi meritoriamente si impegna nella raccolta differenziata, contribuendo così alla tutela dell'ambiente e del decoro della città» ha detto il sindaco di Roma Capitale, Gianni Alemanno. «Con questo ulteriore servizio - ha aggiunto - proseguiamo nell'azione di contrasto alle discariche abusive: un impegno che dal 2009 ad oggi ci ha permesso di bonificare oltre 2.000 siti e di rendere Roma più pulita e più vivibile».

L'assessore all'Ambiente. «L'attivazione del servizio gratuito di raccolta a domicilio dei rifiuti ingombranti è un risultato importantissimo poiché consentirà di raggiungere un duplice obiettivo - afferma in una nota l'assessore capitolino all'Ambiente, Barbara Barbuscia - incrementare la quota di raccolta differenziata e contrastare il fenomeno delle discariche abusive. Sono sicura che i cittadini apprezzeranno questa nuova opportunità studiata per andare incontro alle loro esigenze e agevolare il corretto conferimento dei rifiuti, in un'ottica di crescente collaborazione con Roma Capitale».

Mercoledì 27 Marzo 2013 - 13:49
Ultimo aggiornamento: -
VUOI CONSIGLIARE QUESTO ARTICOLO AI TUOI AMICI?
DIVENTA FAN DEL MESSAGGERO
SEGUICI su facebook
LE NEWS PIÙ LETTE

Lamberto Sposini, ecco le prime foto dopo l'ictus. Il giornalista in un parco a Milano

Lamberto Sposini torna a farsi vedere in pubblico nelle immagini scattate in esclusiva dal settimanale...

La moglie non vuole fare sesso, lui pubblica online tutte le scuse usate

C'è chi dice che il matrimonio sia la tomba dell'amore. Per qualcuno, sicuramente lo...

Picchiato e sequestrato da un ragazzo di vita, si salva buttandosi dalla finestra L'amante diventa il suo aguzzino

Aggredito, picchiato e sequestrato da un ragazzo portato a casa per consumare un rapporto sessuale. Un amante...

Camera, sì a taglio stipendi dipendenti: protesta contro i deputati. I grillini: comprensibile

​Un lungo e polemico applauso, con annesso coretto «Bravi, Bravi, Bis!» e...

«Caro Buffon, goditi Ilaria ma paga i tuoi 32 mila euro di debiti», il giornalista di Libero spara a zero

Un articolo al veleno, firmato dal giornalista Gianluca Marchi e pubblicato sul quotidiano Libero. Accuse...

CASA
Detrazioni fiscali: bonus arredi, occhio agli errori
La nuova agevolazione non spetta per tutti i lavori di recupero
Dichiarazione dei redditi: Unico 2014, ecco le spese detraibili e deducibili
Elenco aggiornato delle voci che permettono di ridurre il "conto"
Agevolazioni fiscali per una casa più sicura
Sconto Irpef del 50% su porte blindate, grate e telecamere
GUARDA TUTTE LE NEWS
CONSULTA GLI ANNUNCI IMMOBILIARI
IL METEO
TUTTOMERCATO
CALTAGIRONE EDITORE | IL MATTINO | CORRIERE ADRIATICO | IL GAZZETTINO | QUOTIDIANO DI PUGLIA | LEGGO | PUBBLICITA' CONTATTI | PRIVACY
© 2014 Il MESSAGGERO - C.F. e P. IVA 05629251009