Roma, motociclista investito e ucciso al Circo Massimo: è caccia al pirata

Un motociclista è stato trovato morto sull'asfalto vicino alla sua moto in via del Circo Massimo, all'altezza di piazzale Ugo La Malfa. Ancora non si conoscono le cause del decesso. Sul posto la Polizia locale che indaga per ricostruire la dinamica dei fatti. Gli agenti, infatti, sono impegnati ad ascoltare testimoni e a visionare i filmati delle telecamere.

Numerose le pattuglie dei vigili presenti sul posto che cercano, anche con l'ausilio dei filmati delle telecamere, di capire la dinamica. Vicino al motorino, uno Scarabeo blu, è fermo un furgone ma ancora non è chiaro se sia coinvolto nel sinistro. Non si esclude che il motociclista abbia urtato la fiancata del furgone e sia scivolato a terra.

L'uomo, di età compresa tra i 30 e i 40 anni, che era alla guida di un motorino, è morto a causa delle gravi ferite riportate presumibilmente in seguito a un investimento. In queste ore gli investigatori stanno ascoltando alcune persone presso il comando della polizia municipale I Trevi. Dalle prime ricostruzioni, la vittima sarebbe stata
investita da un veicolo che però all'arrivo dei soccorsi non è stato trovato sul posto.


Una delle itpotesi ora al vaglio degli investiatori è che potrebbe esser stato investito da un autobus di linea. Ggli agenti della polizia locale di Roma Capitale stanno infatti sentendo diversi testimoni per far luce sulla vicenda. Tra questi vi sarebbe anche il conducente appunto di un bus di linea. I caschi bianchi del I gruppo Trevi stanno verificando anche la presenza di riprese di telecamere nella zona che possano fornire elementi utili. Si ipotizza che il centauro possa essere stato travolto da un autobus che poi ha proseguito la sua corsa senza fermarsi. Non risulta infatti che qualcuno abbia prestato soccorso all'uomo. Sul posto anche il comandate della municipale, Raffaele Clemente.

«In merito al tragico incidente Atac riferisce che sta offrendo la massima collaborazione alle autorità preposte alle indagini per fornire tutte le notizie utili a ricostruire la dinamica dell'accaduto. Un autista Atac, alla guida di un bus che percorreva la strada luogo dell'incidente, è stato già ascoltato al Comando dei Vigili Urbani». Così una nota di Atac. L'amministratore unico di Atac, Armando Brandolese, ha deciso l'istituzione di una commissione di indagine interna per garantire il miglior supporto possibile alle autorità preposte alle indagini sulla vicenda dell'incidente mortale di oggi. I lavori saranno affidati a tecnici dell'azienda.
Lunedì 11 Gennaio 2016 - Ultimo aggiornamento: 12-01-2016 08:16

© RIPRODUZIONE RISERVATA
QUICKMAP