Omicidio Vannini, i periti: «Se soccorso in tempo Marco poteva salvarsi»

di Gianni Palmieri
Come anticipato da Il Messaggero, Marco Vannini poteva essere salvato. È questo l'esito della perizia super partes chiesta dai giudici della corte di Assise di Roma dove è in corso il processo per la morte del ventenne di Cerveteri, ucciso con un colpo di pistola a Ladispoli a casa della fidanzata la sera del 18 maggio di due anni fa. Nell'udienza di ieri i periti, professori Antonio Oliva, Francesco Alessandrini ed Andrea Arcangeli, hanno stabilito che, se il ragazzo fosse stato soccorso tempestivamente, le conseguenze...
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO:
  • Accesso illimitato agli articoli
    selezionati dal quotidiano
  • Le edizioni del giornale ogni giorno
    su PC, smartphone e tablet
SCOPRI LA PROMO



Martedì 19 Dicembre 2017 - Ultimo aggiornamento: 20-12-2017 00:00

© RIPRODUZIONE RISERVATA

  • 1,8 mila
QUICKMAP