Sturpi a Roma, i consigli della Polizia su come difendersi: «Mai reagire con i violenti, bisogna urlare e fuggire via»

di Maria Lombardi
«La vittima di uno stupro difficilmente reagisce. In quel momento capisce che sta rischiando la vita e qualsiasi mossa può scatenare ancora più violenza. Lui è più forte e spesso armato. Lei può urlare, provare a scappare. Ma niente di più. Se non si ha davanti un uomo esile e non si è una campionessa di boxe, la non reazione è un modo per salvarsi». Alessandra Schillirò è la dirigente della quarta sezione della squadra mobile di Roma, si occupa di reati...
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO:
  • Accesso illimitato agli articoli
    selezionati dal quotidiano
  • Le edizioni del giornale ogni giorno
    su PC, smartphone e tablet
SCOPRI LA PROMO



Mercoledì 13 Settembre 2017 - Ultimo aggiornamento: 09:15
QUICKMAP