Lazio-Galatasaray, tensione tra ultrà turchi e laziali: due arresti

Tensione a Roma a poche ore dal match tra Lazio e Galatasaray. Circa 1.000 tifosi turchi hanno invaso il centro facendo esplodere bombe carta a piazza del Popolo e intonando cori. Paura tra i molti turisti che come ogni giorno affollavano il cuore del Tridente. Già nella notte, ha reso noto la Questura, i supporter del Galatasaray hanno confermato il livello di rischio emerso a loro carico. 
Dopo le tensioni a piazza del Popolo i tifosi turchi sono stati scortati dalle forze dell'ordine a piazzale delle Canestre, dentro Villa Borghese, punto di raccolta per tutti i tifosi ospiti. La situazione è sotto l'attento controllo della polizia. Cori, fumogeni e petardi accompagnano l'attesa dei sostenitori turchi assiepati lungo la strada in attesa dei bus.

«Sono tutti sotto controllo, qualche petardo o qualche fumogeno può anche scappare. Continueremo a perquisirli non solo prima che salgano sui bus ma anche allo stadio». Queste le parole del questore di Roma, Nicolò D'Angelo, arrivato in piazza delle Canestre, a Roma, dove c'è stata una carica di alleggerimento. «Abbiamo impiegato 100 uomini per garantire la sicurezza». «Sono circa 1.400 i sostenitori turchi. Il servizio ha tenuto bene. Al momento ci sono due tifosi sottoposti a Daspo». Oltre 200 persone sono state controllate nel centro di Roma. Dopo essere stati identificati e controllati, i tifosi sono rilasciati.


La scorsa notte nella zona di Ponte Milvio si sono verificati contatti tra ultrà turchi e laziali al termine dei quali, 2 tifosi turchi sono stati arrestati anche per il possesso di rilevanti quantità di sostanze stupefacenti e psicotrope. I due arrestati sono stati sottoposti alla misura del Daspo come previsto dalla recente normativa antiviolenza che prevede il divieto di accesso agli impianti sportivi anche per i reati concernenti gli stupefacenti.

Ci sono stati anche due lievi accoltellamenti. All'1.30 a largo Maresciallo Diaz un tifoso turco di 23 anni è stato accoltellato al gluteo da un gruppo di italiani, probabilmente laziali, ed è stato poi medicato al policlinico Gemelli. Poi sempre nella notte all' ospedale Cristo Re è arrivato un 19enne italiano accoltellato alla schiena. Il giovane è stato ferito a Ponte Milvio.
Giovedì 25 Febbraio 2016 - Ultimo aggiornamento: 26-02-2016 08:39

© RIPRODUZIONE RISERVATA
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 7 commenti presenti
2016-02-25 16:51:35
questi sono i nuovi patrioti dell'era moderna, uno piu immaturo e imbecille dell'altro, ecco perche la politica funziona a perfezione. Soltanto una peste nera come quella del 1350 ci potra salvare sia degli uni che degli altri.
2016-02-25 17:03:39
dimissioni per un questore che insiste a volere le barriere in uno stadio al cui interno non è mai successo NULLA, mentre è incapace di prevenire incidenti preannunciati. Perchè quando andiamo all'estero ci prendono sotto gli aerei e ci portano nelle campagne per le perquisizioni? DIMISSIONI DIMISSIONI
2016-02-25 17:07:01
Ma come con la divisione delle curve non avevano risolto tutto ?
2016-02-25 18:01:50
si stanno abituando ad essere europei
2016-02-25 18:41:44
Bisogna espellere la Turchia dalla NATO perchè non rispetta i requisiti minimi dell'alleanza. Giornalisti, politici, attivisti arrestati o uccisi e minoranze curde massacrate come con gli armeni in passato.
7
QUICKMAP