Cerveteri, fiamme a ridosso delle tombe etrusche: vigili in azione

di Laura Larcan
Pomeriggio di emergenza incendio a Cerveteri. Si è temuto il peggio per il patrimonio archeologico. Per alcune ore le fiamme hanno assediato, da vicino, l'area della Necropoli etrusca della Banditaccia, patrimonio riconosciuto dall'Unesco. Il fuoco, infatti, è divampato all'interno del parco archeologico, dove il personale di custodia del sito del Ministero dei Beni culturali ha invitato il pubblico in visita ad uscire di corsa. A preoccupare gli addetti ai lavori era il fatto che il rogo fosse partito da una zona a ridosso della famosa Tomba Dipinta e si stia propagando verso le cosiddette Tombe degli Scudi  e delle Sedie, monumenti che si trovano fuori dall'area inclusa nell'abituale percorso turistico di visita del pubblico. Sul posto sono intervenuti squadre dei vigili del fuoco e della Protezione civile, per evitare che l'incendio si propagaghi all'interno dell'area archeologica.

Tutto è stato reso estremamente complicato dal forte vento che si era alzato. Da quanto si apprende, le fiamme sarebbero state in parte contenute ora dal lavoro tempestivo. Il patrimonio prezioso delle tombe non dovrebbe essere più a rischio. Certo, la preoccupazione è stata tanta. Numerose anche le guide turistiche al lavoro nel sito oggi: «Ogni giorno spuntano piccoli focolai nella zona, perchè l'area è rivestita di sterpaglie e i prati sono secchi per via della siccità - raccontano le professioniste - Oggi poi ci s'è messo pure il vento». «I danni sono soprattutto alla vegetazione, ma non al patrimonio archeologico - racconta una delle guide, sul posto, dell'Agtar, l'Associazione delle guide turistiche abilitate di Roma - Le fiamme si sono propagate rapidamente verso il fosso del Manganello e i Vignali».
Sabato 12 Agosto 2017 - Ultimo aggiornamento: 13-08-2017 00:01

© RIPRODUZIONE RISERVATA
COMMENTA LA NOTIZIA
1 di 1 commenti presenti
2017-08-12 20:47:47
è la raggi è la raggi, ehhhh lo fanno lo fanno...
1
  • 337
QUICKMAP