Roma, due vigili investiti in strada mentre lavorano all'autovelox: uno è grave

Due agenti della polizia locale del Gruppo XII Monteverde sono stati investiti questa mattina a Roma mentre erano impegnati in un servizio di autovelox. È accaduto intorno alle 10.30 in via Leone XIII, in zona Aurelia. La polizia municipale ha fatto sapere che un agente è stato trasportato in ospedale in codice rosso all'ospedale San Camillo, mentre la collega in codice giallo all'ospedale San Carlo di Nancy. Il vigile, 37 anni, è rimasto ferito in modo particolare a una gamba: ha riportato la frattura della tibia. E' cosciente e fortunatamente non è in pericolo di vita, si stanno compiendo gli accertamenti medici e non è chiaro se dovrà essere sottoposto a intervento chirurgico. La collega, coetanea, sembra abbia riportato un problema a un ginocchio. Il vicecomandante generale Antonio Di Maggio è andato a trovare i due agenti in ospedale. 

LA DINAMICA - Da una prima ricostruzione sembra che un furgone abbia rallentato per cause ancora da accertare e l'auto che stava dietro, una Panda, si è scontrata prima con il furgone poi con l'auto di servizio dei vigili. Gli agenti sono stati travolti dalla loro auto. Sul posto per i rilievi la polizia locale del Gruppo XII. 
«Due colleghi investiti stamattina in Via Leone XIII mentre svolgevano un servizio di Polizia Stradale. Facciamo gli auguri di pronta guarigione ai colleghi e non possiamo ancora una volta non evidenziare come chi lavori per strada come noi con una divisa addosso non può essere paragonato contrattualmente ad un impiegato allo sportello». Così in una nota il sindacato Sulpl Roma.

TAMPONAMENTO - Marco Milani, coordinatore Ugl Polizia Locale fa sapere che l'investimento «è avvenuto in conseguenza dello scarrocciamento di un furgone, coinvolto in altro incidente stradale». «Purtroppo - ha aggiunto - il nostro quotidiano lavoro, sulle strade romane ci espone a rischi del genere. Fortunatamente recentemente il decreto sicurezza, ha reintrodotto l'equo indennizzo per la categoria  ma non basta. A differenza delle altre forze se un agente, anche per causa di servizio riporta una malattia invalidante superiore ai sette mesi è a rischio licenziamento. Spiace dover sottolineare, come episodi del genere dimostrino per l'ennesima volta, come troppo poco si sia fatto anche nel nuovo contratto per i dipendenti capitolini sottoscritto pochi giorni fa, per differenziare sotto il profilo delle tutele economiche ed assistenziali, i  rischi e responsabilita' dei caschi bianchi romani, rispetto agli altri dipendenti».
«Sin da subito ci siamo tenuti costantemente informati delle condizioni di salute dei due agenti: a loro facciamo i nostri auguri di pronta guarigione», ha dichiarato il Comandante Diego Porta.
 
Lunedì 8 Maggio 2017 - Ultimo aggiornamento: 19:42

© RIPRODUZIONE RISERVATA
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 73 commenti presenti
2017-05-08 22:40:30
Alcuni commenti lasciano veramente di stucco. Due vigili rimangono seriamente feriti sul posto di lavoro e ... "ben gli sta, cos√¨ imparano a levare soldi alla gggente !". Alcune precisazioni. 1) I due operatori ben difficilmente hanno avuto possibilit√† di scegliere di operare con un autovelox; 2) non un euro delle sanzioni conseguenti le violazioni rilevate finisce nelle loro, o nelle tasche di alcun altro vigile; 3) quelle circa la dinamica non possono essere che congetture, a meno che qualcuno non fosse presente. Nel qual caso si rechi presso una sede dei vigili a rilasciare dichiarazione. Inutile scrivere di pi√Ļ; adesso, protetti dall'anonimato, gi√Ļ di pollici versi, felicitazioni per i dolori altrui e stramaledizioni verso i comuni ladroni della Tuscia. Salvo poi indignarsi, quando qualcuno che "cor√®va troppo" uccide o rimane ucciso per incidente stradale !
2017-05-09 10:51:39
A parte i disgustosi commenti di gioia per la gravità del collega, ma cosa c'entra la Tuscia con la gestione degli autovelox a Roma, che tutte le finalità potranno avere, ma non quelle di fare cassa?
2017-05-08 20:58:17
Mariano Andreoli: non so che lavoro tu svolga ma cerco di spiegarti qualcosa. Mettiamo che tu sia un impiegato di banca. Il tuo datore di lavoro ti ha assunto per fare pratiche d'ufficio, ma fra le tue mansioni ci mette dentro anche la vigilanza notturna degli uffici, il front office agli sportelli, il porta a porta per consulenze finanziarie, la gestione del parcheggio della banca, il call center, e la manutenzione del bancomat. E poi ti dice: bada che ti pago come il collega che fa 6 ore alla scrivania. Ma non sarai un po' incazzato? E nella certezza che non sai di cosa ti cosa parli, ti comunico che nella PL chi sta in ufficio è pagato meno di chi è in strada.
2017-05-08 19:58:48
e non possiamo ancora una volta non evidenziare come chi lavori per strada come noi con una divisa addosso non pu√≤ essere paragonato contrattualmente ad un impiegato allo sportello¬Ľ. Ti rispondo come risponderebbero nel mio posto di lavoro nel privato: se te sta bene √® cos√¨,se no quella √® la porta.... Cmq chi sta in ufficio andrebbe retribuito meno di chi √® in strada
2017-05-08 19:44:05
ma qualcuno qua dentro ci fa o ci è? i comuni con art.142 codice strada stanno arricchendo le loro casse, altro che sicurezza,,,invece che adeguare le strade, pure piene di buche, calano limite, e mettono autovelox, PUNTO. resto sono menate dei soliti ciarlatani
73
  • 440
QUICKMAP