seguici su Google+ RSS
Lunedì 28 Luglio - agg.12:18
Sfoglia il nuovo giornale digitale
Messaggero logo
Roma

Cassia in tilt, rimosso
il comandante dei vigili

Bracci trasferito all’VIII gruppo. Al suo posto interim a Scafati

Il maxi-ingorgo di mercoledì mattina sulla Cassia ha apparentemente fatto cadere una «testa». Nonostante il Comune abbia deciso solo ieri di aprire la strada alternativa che fin dal primo momento avrebbe evitato il caos, il comandante dei vigili urbani del XX Gruppo, Giuseppe Bracci, è stato trasferito a Tor Bella Monaca. La decisione formalmente è stata presa da Angelo Giuliani, il numero uno del corpo della Polizia Municipale, ma è difficile credere che l’ira del sindaco Alemanno di fronte alle proteste di migliaia di cittadini non abbia avuto un peso.
L’altro ieri la consolare che attraversa Roma nord è rimasta paralizzata per i lavori in corso in via dei Due Ponti è in costruzione il nuovo collettore atteso da anni e per la conseguente chiusura della strada. È stato, letteralmente, un inferno, tanto che alcuni residenti hanno detto di voler presentare alla Procura una denuncia «per sequestro di persona». Dal Municipio e dal Comune è arrivata ieri il via libera all’apertura di via di Fondovalle e la circolazione è notevolmente migliorata. Ma la rabbia, nella zona, era ancora palpabile.

Al posto del comandante Bracci è stata nominata, ad interim, Donatella Scafati, la vice di Giuliani. La scelta non poteva non essere letta come una sconfessione dell’operato di Bracci nell’area della Cassia durante la giornata di mercoledì. Ma le due cose, secondo il vertice della Polizia Municipale, «non sono affatto in relazione». «Bracci è una persona di valore e ha tutta la nostra stima dicono al comando generale tanto è vero che si è deciso di mandarlo a guidare un gruppo delicato come l’ottavo (Casilino-Tor Bella Monaca)».
Resta un mistero il preambolo del caos. Se via di Fondovalle fosse stata aperta mercoledì non ieri decine di migliaia di automobilisti si sarebbero risparmiati ore di «apocalisse» stradale. In alternativa poteva essere ritardato il via libero ai cantieri di via dei Due Ponti. Ma non si è decisa né l’una né l’altra cosa provocando, indirettamente, una mattinata da incubo.

I problemi causati dalla vicenda. La decisione dell'amministratore di aprire la strada di Fondovalle sostengono ora Roberto Cantiani, della commissione Mobilità di Roma Capitale, e il presidente del XX Municipio, Gianni Giacomini è stata una soluzione positiva per la circolazione. Questa scelta, anche grazie all'importante impegno profuso dalla Polizia di Roma Capitale, che ha presidiato tutto il tracciato in maniera determinante». Ma l’opposizione comunale non ha potuto non sottolineare i problemi causati dalla gestione della vicenda. «Ci vuole la faccia tosta del Pdl capitolino è la replica del Pd comunale per plaudire a un'amministrazione che cerca di rattoppare i danni da essa stessa provocati. È chiaro che un piano B per la viabilità doveva essere previsto prima di iniziare i lavori in via dei Due Ponti».

Venerdì 17 Febbraio 2012 - 09:00
Ultimo aggiornamento: -
VUOI CONSIGLIARE QUESTO ARTICOLO AI TUOI AMICI?
DIVENTA FAN DEL MESSAGGERO
SEGUICI su facebook
LE NEWS PIÙ LETTE

Fanno sesso nella fontana in pieno giorno: rischiano una multa di 21 euro

​La misteriosa coppia che venne filmata nell'atto di fare sesso dentro una fontana, rischia...

Pordenone, morta per colpa dei capelli: sono rimasti impigliati nel volante

PORDENONE - Caterina, 20 anni, è morta perché i suoi lunghi capelli biondi si sono impigliati...

Roma, furto con esplosione nel palazzo. I ladri fanno saltare in aria un bar: 3 feriti, grave 22enne

Un attentato dinamitardo che ha fatto letteralmente esplodere il bar e tremare un'inter palazzina.

Uccise anziana, incastrato dal dna: zucchero in bocca per fingere attacco diabete

Ha soffocato l'anziana che lo aveva scoperto a rubare nella propria abitazione, ma

Toti: «Il Patto del Nazareno esiste, ma non c'è nessuna clausola segreta»

Il Patto del Nazareno non contiene alcuna clausola segreta e si fonda su tre punti: il primo riguardante la...

CASA
Semplificazione amministrativa per pensioni ex Inpdap e ex Enpals
Procedure unificate, sistemi di pagamento allineati a quelli Inps
Detrazioni fiscali: bonus arredi, occhio agli errori
La nuova agevolazione non spetta per tutti i lavori di recupero
Dichiarazione dei redditi: Unico 2014, ecco le spese detraibili e deducibili
Elenco aggiornato delle voci che permettono di ridurre il "conto"
GUARDA TUTTE LE NEWS
CONSULTA GLI ANNUNCI IMMOBILIARI
IL METEO
TUTTOMERCATO
CALTAGIRONE EDITORE | IL MATTINO | CORRIERE ADRIATICO | IL GAZZETTINO | QUOTIDIANO DI PUGLIA | LEGGO | PUBBLICITA' CONTATTI | PRIVACY
© 2014 Il MESSAGGERO - C.F. e P. IVA 05629251009