Roma, quattro carabinieri arrestati: spacciavano la droga sequestrata dai colleghi

La droga sequestrata dai carabinieri tornava a essere spacciata con l'aiuto di quattro carabinieri dell'antidroga. Indagine molto complessa quella dei carabinieri del Nucleo Investigativo del Comando Provinciale di Roma che hanno eseguito un’ordinanza di applicazione della custodia cautelare in carcere emessa dal Gip presso il Tribunale di Roma su richiesta della Procura della Repubblica di Roma – Direzione Distrettuale Antimafia, nei confronti di 9 persone ritenute responsabili, a vario titolo, di associazione finalizzata al traffico illecito di sostanze stupefacenti e peculato.

L’indagine trae origine dalla necessità di verificare il coinvolgimento nell’attività di cessione di stupefacenti di quattro carabinieri, inseriti all’epoca dei fatti in una struttura investigativa deputata al contrasto dello spaccio di droga ed attualmente destinati ad un’articolazione logistica dell’Arma.

Le indagini sono state affidate alla più prestigiosa unità investigativa della Capitale, capace di neutralizzare gli insidiosi stratagemmi e le cautele attuate dai carabinieri indagati per non farsi scoprire. Il rigore con cui sono stati svolti gli accertamenti investigativi ha permesso di smascherare i traffici tra i quattro militari e i loro cinque complici confidenti - oggi raggiunti dal medesimo provvedimento cautelare in carcere - i quali si occupavano della custodia e della successiva commercializzazione dello stupefacente sottratto nel corso di sequestri antidroga.
Mercoledì 10 Febbraio 2016 - Ultimo aggiornamento: 15:33

© RIPRODUZIONE RISERVATA
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 19 commenti presenti
2016-07-15 06:54:12
I nomi ????
2016-02-12 13:47:21
dovrebbero dare l'esempio e invece...
2016-02-11 14:59:49
Quando ci sono sequestri di droga, molte persone si domandano sempre::che fine fanno questi "prodotti"??
2016-02-11 08:55:44
Stiamo veramente esagerando. Prima i poliziotti che dormono durante i servizi, ora i carabinieri che spacciano la droga sequestrata. Stiamo esagerando sotto ogni punto di vista. Innanzitutto Onore all'Arma dei Carabinieri ed alle Forze di Polizia, ma disonore a tutti coloro che non si comportano bene. Costoro devono essere dismessi dal servizio e licenziati. Avviene nel privato per fatti molto ma molto meno gravi, a maggior ragione nel Pubblico devono essere radiati. Guai se i cittadini perdono la fiducia dei propri custodi. Hanno scelto Loro di fare questo lavoro e quindi come tale, devono rispettarlo fino in fondo. E poi smettiamola di dire che i poliziotti hanno stipendi da fame. Guadagnano molto di piu' milioni di italiani laureati e vanno in pensione a 55-60 anni con pensioni superiori ad esempio degli insegnanti di scuole medie e superiori.
2016-02-11 05:09:23
si sentivano forti e insospettabili perché portavano la divisa....spero siano stati cacciati....o qualche giudice o sindacalista troveranno...............
19
  • 17,9 mila
QUICKMAP