Roma, bengalese pestato sul treno dal branco: «Erano delle belve»

di Ivo Iannozzi
«Erano delle belve, ho temuto di morire, mi si sono avventate addosso mentre stavo riposando sul sedile. Non li avevo mai visti, la prima ad aggredirmi è stata una donna, mi ha dato un pugno in faccia». E' il racconto choc di Ali Molla, 32 anni, l'operaio bengalese pestato sabato mattina sul treno Nettuno-Roma. Ha il volto tumefatto, parla a fatica su una barella del pronto soccorso dell'ospedale Riuniti di Anzio, dove è ricoverato per i pugni, i calci e le bastonate ricevute. Secondo la sua testimonianza,...
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO:
  • Accesso illimitato agli articoli
    selezionati dal quotidiano
  • Le edizioni del giornale ogni giorno
    su PC, smartphone e tablet
SCOPRI LA PROMO



Lunedì 20 Marzo 2017 - Ultimo aggiornamento: 08:04
  • 739
QUICKMAP