Roma, il boom degli asili in famiglia. Faro sulle strutture senza regole

di Camilla Mozzetti
La voce che risponde al telefono è quella di una giovane ragazza. Dice di avere vent'anni e di essere in procinto di aprire, in zona Tor de' Schiavi, un asilo nido in famiglia. Una di quelle realtà che si stanno diffondendo senza soluzione di continuità in tutta la Capitale e che rappresentano un'alternativa al classico asilo nido pubblico o privato, per le quali, tuttavia, manca ancora una regolamento regionale o comunale che ne sancisca la legittimità. «Dovremmo aprire entro qualche mese...
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO:
  • Accesso illimitato agli articoli
    selezionati dal quotidiano
  • Le edizioni del giornale ogni giorno
    su PC, smartphone e tablet
SCOPRI LA PROMO



Venerdì 21 Aprile 2017 - Ultimo aggiornamento: 08:45

© RIPRODUZIONE RISERVATA
COMMENTA LA NOTIZIA
1 di 1 commenti presenti
2017-04-21 09:22:39
Ma se uno ci ha pochi soldi che fa? Accanirsi contro la libera iniziativa √® ancora pi√Ļ scandaloso di chi lo fa per sopravvivere... Bello un mondo pieno di regole che nessuno pu√≤ rispettare... Occorre fare delle leggi semplici e non infarcite di burocrazia kafkiana...
1
  • 17
QUICKMAP