Roma, distrutta nella notte la targa dedicata a Ada Gobetti a Villa Pamphilij

E' stata  distrutta nella notte la targa della via dedicata alla giornalista, insegnante e traduttrice italiana Ada Gobetti. L'atto vandalico in piena Villa Pamphilj, dove si trovata la targa dedicata alla Gobetti. Nel 1926 divenne la giovane vedova di Piero Gobetti, un intellettuale antifascista, perseguitato dal regime. Non si perse d'animo e grazie al sostegno di Benedetto Croce, continuò la sua attività di scrittrice, e divenne partigiana impegnata nella lotta di Resistenza piemontese, insieme al giovane figlio Paolo. Dopo la guerra ha dedicò la sua vita alla costruzione della nuova società democratica attraverso l'educazione.

«Il grave atto vandalico contro la targa della via dedicata alla partigiana ed educatrice Ada Gobetti è l'ennesimo atto teppistico che si registra in Villa Pamphilj. Al degrado e all'incuria in cui versano i giardini, il roseto e i viali sempre più accidentati si sommano anche questi atti vandalici contro le targhe dedicate a figure storiche del movimento femminile italiano ed europeo che con il loro impegno hanno contribuito alla rinascita democratica, politica e culturale dell'intero continente. Confido nella sensibilità del vice-sindaco nonché assessore alla cultura Luca Bergamo, affinché sia al più presto ripristinata la targa toponomastica dedicata ad Ada Gobetti». Cosi in una nota la consigliera del Pd capitolino Ilaria Piccolo.
Domenica 19 Novembre 2017 - Ultimo aggiornamento: 16:27

© RIPRODUZIONE RISERVATA

COMMENTA LA NOTIZIA
1 di 1 commenti presenti
2017-11-19 16:52:03
Niente di nuovo, i fascisti si sa quanto erano e sono vigliacchi, ├Ę la loro indole.
1
  • 2,5 mila
QUICKMAP