A Roma scatta l'allerta neve
Sospese le lezioni a scuola

ROMA - Scatta il piano d'emergenza a Roma dove è prevista neve tra venerdì e sabato. Il Campidoglio intanto ha deciso di sospendere l'attività didattica per i prossimi due giorni. I meteorologi parlano di neve a partire da domani, sul tardi, in periferia, e poi di una vera nevicata a partire da sabato notte in città.



Neve nella capitale. Sono previsti fino a dieci centimetri di neve tra venerdì e temperature in picchiata che la prossima settimana potrebbero raggiungere i 10 gradi sotto lo zero. Le Ferrovie dello Stato hanno attivato il piano-neve per il Lazio mentre scatta anche il piano di emergenza della Protezione civile (comunale e regionale) per la distribuzione di sale (anche a Trinità dei Monti FOTO): oltre 500 volontari sono pronti a intervenire. Pre allarme anche per l'Ares 118 Lazio. E mentre stanno esaurendosi le scorte di catene dai gommisti, e vengono difusi consigli per tutelare animali e piante dal gelo, oggi il maltempo ha creato problemi anche a Fiumicino dove dieci voli per Linate sono stati cancellati. Emergenza ghiaccio in Ciociaria, disagi a Fiuggi, Viterbo e Frosinone. Ma scoppia intanto la polemica sulla decisione del sindaco di sospendere le lezioni.



VIDEO

Sacchi di sale a Trinità dei Monti



Lezioni sospese a scuola. «Sospensione dell'attività didattica a Roma in tutte le scuole di ogni ordine e grado nei giorni di domani e sabato» recita un comunicato del Campidoglio. In pratica i genitori potranno comunque portare i figli a scuola, ma non ci saranno lezioni. Il personale garantità l'apertura degli edifici ma le lezioni non si terranno. «Nel caso in cui i genitori non sapessero dove lasciare i loro bambini, potranno portarli nelle scuole e nei nidi dove però non ci sarà attività didattica. I bambini che non si presenteranno non saranno considerati assenti» ha specificato il sindaco di Roma Gianni Alemanno durante una conferenza stampa sul maltempo in Campidoglio. «Non esistono rischi per le strutture - aggiunge Alemanno - È solo una misura preventiva per evitare disagi». Poi il sindaco è tornato sull'argomento via Twitter: «Consigliamo di tenere i bimbi a casa», ha scritto. «Vogliamo dare risposte alle famiglie, cercare di limitare il più possibile i disagi - ha detto l'assessore De Palo - una risposta legata ai problemi che potranno produrre il freddo, la neve e il ghiaccio». Riguardo poi agli edifici nessun problema. «Nessun problema di sicurezza per le strutture e gli edifici - ha ribadito De Palo - lo ripeto, la nostra è una risposta che vogliamo dare per prevenire possibili disagi».



Polemiche, Pd all'attacco. Genitori e insegnanti nel caos. Esplodono le polemiche sulla decisione del sindaco di sospendere le lezioni. Polemiche perché la decisione sarebbe stata comunicata male (chiudono o no le scuole? chiede il Pd) e perché secondo alcuni sarebbe anti-costituzionale. Replica il Pdl: polemiche sterili (TUTTE LE POLEMICHE). Caso anche tra genitori e docenti. Le modalità dell'annuncio relativo alla chiusura delle scuole per il rischio neve nella Capitale hanno creato una enorme confusione tra i genitori. Lo denuncia Universinet.it, il portale degli studenti, che invita il sindaco Alemanno e i suoi uffici a fare chiarezza su cosa accadrà domani e sabato nelle scuole romane. «Il nostro forum - spiega Renato Reggiani, direttore editoriale di Universinet.it - è preso d'assalto da genitori che non sanno cosa fare». E gli assessori capitolini porteranno i figli a scuola? Ecco cosa hanno risposto.



Corsa degli automobilisti alle catene. È corsa dei romani nei gommisti e nei negozi di autoricambi in vista dei prossimi due giorni di gelo e neve nella Capitale. Le catene per le auto sembrano essere finite, ed i distributori stanno esaurendo anche le scorte nei magazzini. Sono in costante aumento le richieste di gomme termiche (leggi tutto).



Le previsioni meteo: fino 10 centimetri di neve e temperature sotto lo zero. Nevicherà tra venerdì e sabato a Roma, farà freddissino e c'è chi dice che ci saranno fino a 10 centimetri di fiocchi bianchi, Il meteorologo Antonio Sanò del sito ilmeteo.it, parla addirittura di vere e proprie bufere di neve a Roma: si comincerà domani mattina, con neve mista, mentre veri e propri rovesci ci saranno dalle 20 fino alle 13 di sabato, con apice tra le 22 e le 4 a cavallo tra i due giorni. «Sabato neve a Roma tra i 4 e gli 8 centimetri» dice Franca Mangianti, presidente dell'Associazione Bernacca e per anni responsabile dell'Osservatorio del Collegio Romano anche se ammette che «la situazione è molto difficile da prevedere». Secondo la Mangianti domani a Roma pioverà tutto il giorno, arrivando a 20 millimetri, e alla periferia faranno la comparsa i primi fiocchi, come nelle zone della Cassia e de La Storta. «Da domani notte, diciamo da mezzanotte in poi - dice - nevicherà proprio in città e la neve si depositerà raggiungendo un minimo di 4 centimetri ed un massimo di 8 centimetri. Sabato non pioverà ma nella capitale sarà una giornata molto fredda e quindi ci saranno gelate. Quindi per sabato il vero rischio sarà il ghiaccio».



Dalla Protezione civile lo stato di pre-allarme. La Protezione civile del Campidoglio ha diffuso lo Stato di pre-allarme alle proprie strutture operative. Spargimento del sale sulle strade di Grande viabilità (150 le tonnellate di sale consegnate) e nei luoghi maggiormente frequentati dai pedoni. Il Centro Operativo Comunale è stato convocato in via permanente dalle 16 di oggi presso la sede di Porta Metronia. Il Piano di intervento prevede l'impiego di 300 volontari in supporto alle squadre operative d'emergenza del Servizio giardini, di AMA, ATAC, ACEA elettrico ed idrico, Italgas oltre che personale della Polizia locale di Roma Capitale che ha potenziato le attività di sorveglianza nei punti storicamente giudicati più critici ed assicurerà le attività di fluidificazione del traffico. La Protezione civile del Lazio ha messo in campo oltre 200 organizzazioni di volontariato e distribuito 250 tonnellate di sale.



Fs: scatta il piano-neve per il Lazio. In vista delle nevicate previste nel Lazio, le Fs Italiane assicurano che continueranno a garantire la mobilità ferroviaria in tutta la Regione attraverso l'applicazione del Piano Neve che garantisce la mobilità dei viaggiatori grazie ad un alleggerimento nella programmazione dei treni. I collegamenti «Leonardo Express» tra Roma Termini e Fiumicino Aeroporto sono garantiti.



Voli cancellati a Fiumicino. Come conseguenza dell'ondata di maltempo che ha colpito il Nord Italia, all'aeroporto di Fiumicino, risultano cancellati dieci voli (5 in partenza e altrettanti in arrivo) per Milano Linate: soppressi i collegamenti per il capoluogo lombardo nella fascia oraria compresa tra le 7 e le 9. Alcuni ritardi nelle partenze e arrivi si sono registrate registrano sui voli da e per l'aeroporto di Bologna.



Frecciargento Venezia-Roma deviati. I treni Frecciargento della linea Venezia-Roma sono stati deviati e non fermeranno a Bologna Centrale ma a Castelmaggiore, stazione dell'hinterland a una decina di chilometri dal centro del capoluogo emiliano. Prevista una navetta per garantire la continuità di servizio.



A Genzano scuole aperte. Gli asili nido, le scuole dell'infanzia, le scuole primarie e le scuole secondarie di primo e secondo grado di Genzano «domani resteranno aperte per non interrompere il servizio e non creare disagi a tutti quei genitori che dovranno comunque recarsi sul posto di lavoro a prescindere dalle previsioni meteo» comunica il Comune di Genzano.



Emergenza ghiaccio in Ciociaria. Il freddo della notte scorsa con temperature sotto lo zero ha causato problemi per il ghiaccio in molti comuni del frusinate. Disagi soprattutto nel comprensorio di Fiuggi, dove le strade sono rese insidiose dal ghiaccio e si segnalano disagi per gli automobilisti. La situazione è resa ancora più complicata dal fatto che non si può spargere il sale per evitare il rischio d'inquinamento delle sorgenti dell'acqua oligominerale. Agli Altipiani di Arcinazzo si segnalano alberi pericolanti. Quadro difficile anche a Filettino: nel paese più alto del Lazio si sono accumulati circa 35 centimetri di neve e questa mattina si fanno i conti con il ghiaccio. Le strade interne, in particolare nel centro storico, sono coperte da lastre di ghiaccio e la protezione civile sta provvedendo a spargere il sale per evitare disagi ai pedoni. Chiuse le scuole a Frosinone e Alatri.



Nel viterbese scuole chiuse fino a sabato. Il sindaco di Viterbo Giulio Marini ha già disposto la chiusura delle scuole fino a sabato prossimo. E' stato istituito il servizio Sos neve, che prevede l'aggiornamento in tempo reale della situazione su tutte le strade del territorio su facebook alla pagina "Viabilità Provincia Di Viterbo". Inoltre, è possibile ricevere informazioni via sms inviando una mail all'indirizzo sos provincia.vt.it indicando il numero di telefono sul quale inviare il messaggio.
Giovedì 2 Febbraio 2012 - Ultimo aggiornamento: 28-02-2012 14:12

© RIPRODUZIONE RISERVATA

COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti
QUICKMAP