Spelacchio, Raggi: avviata indagine interna per capire responsabilità. E il caso finisce all'Anac

«Voglio rassicurare tutti: abbiamo avviato un'indagine interna per capire esattamente di chi sia la responsabilità». Lo ha detto la sindaca di Roma Virginia Raggi partecipando all'inaugurazione del presepe di piazza di Spagna. «Prendiamola con un sorriso, a Spelacchio si sono affezionati tutti e poi ci sono problemi ben più gravi», ha concluso.

Intanto il caso Spelacchio finisce all'Anac: il presidente della commissione capitolina Trasparenza, Marco Palumbo (Pd), si è rivolto con una lettera all'Autorità anticorruzione per chiedere se sono state rispettate le norme in materia di contratti pubblici. «La Commissione da me presieduta ha preso visione di tutta la documentazione relativa al contratto di acquisizione e all'affidamento mediante trattativa diretta del servizio de quo alla Società 'Ecofast Sistema Sr.l' - scrive Palumbo all'authority presieduta da Raffaele Cantone - Dall'esame di tale documentazione, tenuto altresì conto che nel 2016 il medesimo servizio di ritiro, trasporto eccezionale e posizionamento di un abete è stato affidato alla stessa società di cui sopra, si chiede se nell'espletamento delle suddette procedure sono stati osservati i principi e i criteri espressamente specificati nelle Linee Guida n. 4, di attuazione del D.Lgs. 18 aprile 2016, n. 50, recanti 'Procedure per l'affidamento dei contratti pubblici di importo inferiore alle soglie di rilevanza comunitaria, indagini di mercato e formazione e gestione degli elenchi di operatori economicì approvate con apposita Delibera del 26.10.2016».


 
Giovedì 21 Dicembre 2017 - Ultimo aggiornamento: 22-12-2017 08:25

© RIPRODUZIONE RISERVATA

COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 11 commenti presenti
2017-12-21 17:15:48
Ma al di la' del fatto che questo albero sia bello o brutto: com'e' che l'anno scorso e' costato 16.000 E e quest'anno 48.000? Chi si e' messo in tasca sti soldi? Io questo voglio sapere: chi si e' rubato i miei soldi.
2017-12-21 15:51:11
Era così raffinato ed elegante che non è durato neppure da Natale a Santo Stefano. Cari Romani, io definirei la Virginia una gran faccia di bronzo. L'incarico l'hanno dovuto pagare quarantottomila euro per far sì che non scattasse il dovere di appalto pubblico. E l'hanno menata con la frottola che fosse un cadeau, omaggio alla sua venustà, da parte della Magnifica Val di Fiemme. Adesso, tanto per cambiare, accolla la malefatta a terzi, dicendo che dopotutto ci sono cose più importanti che quarantottomilaeuro buttati al vento. Ma non erano quelli che non avrebbero sperperato il denaro pubblico e avrebbero fatto tutto in trasparenza come un foglio di cellophan. All'anima della trasparenza e della correttezza. Mi chiedo quali e quanti romani la rivorrebbero ancora come sindaco a due anni dalla nomina. Forse solo i masochisti.
2017-12-21 15:30:47
Sbaglio o la sindaca lo aveva definito semplice ed elegante ? Quello che da fastidio è il voler difendere a tutti i costi quello che alla fine diviene indifendibile. Si fa prima a dire "Abbiamo sbagliato", piuttosto che cercare sempre e comunque un responsabile... questo nuovo modo di governare è uguale al vecchio, con il solito scaricabarile. Dire questo non significa rimpiangere le precedenti amministrazioni, piuttosto rimarca una fortissima delusione anche da chi non vi aveva votato ma che in cuor suo sperava in qualcosa di diverso. Qui, invece, si scoprono i soliti giochetti, le cose fatte sottobanco, con in più una incapacità di fondo ad affrontare i problemi. Quello dell'albero è il problema meno grave tra quelli sul piatto, ma se non si è capaci di risolvere nemmeno quello più semplice come si può pensare di risolvere i problemi più seri ? Andate a casa, è ora...
2017-12-21 15:04:36
Fa piacere e tranquillizza sapere che l'unico argomento di dura e accesa critica dell'opposizione alla giunta Raggi sia l'albero di Natale. L'opposizione,così, dimostra che tutto il resto dell'Amministrazione va bene. Grazie PD e FDI per la vostra testimonianza insperata. P.Diamante Roma
2017-12-21 17:25:22
Fate finta di non capire il perché si insista tanto sull'incapacità dei m5s, anche su problematiche di secondo piano, mentre sapete benissimo che vi si sta ritorcendo contro tutta la prosopopea, l'alterigia e l'incoscienza di esservi sempre eretti a "unici a poter cambiare le cose". Peccato che non avete specificato prima che il cambiamento non era in meglio. Il malgoverno ha solo una radice diversa ma non meno disastroso.
11
  • 82
QUICKMAP