Roma, Marchini: «Vinco al primo turno. Sono a destra di Storace e a sinistra del Pd»

di Simone Canettieri
Bottiglietta di Coca da sorseggiare quasi di nascosto, gli auguri di compleanno alla mamma Milly presente al Tempio di Adriano («Almeno mi dicono che sono come Berlusconi») e poi, soprattutto, la sfida. Alfio Marchini dice: «Mi diranno che sono visionario come Berlusconi: secondo me se oggi si avvia un percorso intelligente con visioni politiche di diverse identità si vince al primo turno».
Il leader civico non entra nel merito delle primarie, accarezza Salvini («Ho apprezzato la sua linea sul Family Day») e Berlusconi («Dobbiamo costruire qualcosa tutti insieme»), spende il minimo sindacale per Giorgia Meloni ma poi affonda: «Serve una politica che sia alla destra di Storace e alla sinistra del Pd. Una politica liberale in ambiti di economia, ma anche di grande solidarietà nei confronti di chi è in difficoltà. Disabili, disoccupati, ma anche le imprese».

Al convegno "I corpi intermedi davanti alla crisi della politica: il caso Roma" Marchini inizia la sfida elettorale, e lo fa mettendo  nel mirino il Pd di Renzi. «Su Roma non ne ha indovinata una: ha trasformato Marino prima nell'eroe dei Due mondi dell'antimafia, poi lo ha cacciato come uno scroccone di ristoranti». Su Giachetti e Morassut, i candidati di punta delle primarie dem, il giudizio: «Chiunque voti un rappresentante del Pd vota la scelta sbagliata che ha Renzi di Roma. In fondo non sono altro che un semplice strumento all'interno di un disegno politico più ampio».  
Sabato 6 Febbraio 2016 - Ultimo aggiornamento: 08-02-2016 07:50

© RIPRODUZIONE RISERVATA
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 28 commenti presenti
2016-02-06 14:00:59
bumm, vinco al primo turno, questo signore pecca un pò di presunzione
2016-02-06 14:03:13
a destra di Storace, a sinistra dalel PD ... praticamente estere alle ripartenze no destro sinistro ma anche di centro con propensione all' incontrismo brematurato come se fosse Antani dilin dilon
2016-02-06 14:50:30
Marchini: il Collezionista delle sconfitte! Quante volte deve essere fatto fuori prima di arrendersi? Giusto Berlusca poteva dargli credito.....
2016-02-06 15:32:37
sino a quando durano i soldi di papà
2016-02-06 16:27:22
Comincia a dire sciocchezze già prima di far il Sindaco. Renzi almeno ha fatto qualcosa in piu' di tutti i suoi predecessori, senza fare i proclami di questo candidato Sindaco. Infatti sta riducendo i costi della politica vedi: inizi chiusura Province; stipendi dei pubblici dipendenti che non possono superare 240 mila euro annui; sta sopprimendo tanti enti pubblici che ci costano un occhio della testa; bonus di 80 euro; PIl che per la prima volta nella Storia ha avuto un suo segnale positiv; ha iniziato a ridurre le tasse; ha tolto l'Imu per la 1° casa ecc. Inoltre come Capo del Governo poteva farsi la busta paga che voleva ed invece si è accontentato di soli 4200 euro netti al mese, molto meno di uno stenografo alla Camera o di un Capo Ufficio nel Pubblico! Piantiamola di fare proclami, la gente ha fame, vuole fatti non promesse.E tutti i politici in Italia,prima di parlare comincino a non incassare mensilmente più di quanto incassa Renzi al netto! Ma non lo faranno mai, perchè a gente cosi' interessano solo i soldi. I fatti lo dimostrano!
28
QUICKMAP