I piani che mancano/ Con le piccole astuzie non si evita il baratro

di Oscar Giannino
Scrivemmo a settembre scorso che occorreva evitare un grande rischio per Atac in merito al concordato in continuità. In quel periodo maturò nella giunta capitolina la troppo a lungo rinviata decisione di richiedere al giudice fallimentare il concordato in continuità per Atac. Il grande rischio da evitare per Atac era quello di credere che la mossa fosse uno stratagemma per prendere tempo: incamerare la protezione del patrimonio residuo aziendale mettendolo al riparo da richieste esecutive dei creditori, ed evitato il...
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO:
  • Accesso illimitato agli articoli
    selezionati dal quotidiano
  • Le edizioni del giornale ogni giorno
    su PC, smartphone e tablet
SCOPRI LA PROMO



Gioved├Č 11 Gennaio 2018 - Ultimo aggiornamento: 00:08

© RIPRODUZIONE RISERVATA

COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti
  • 1
QUICKMAP