Scandalo affitti a Roma, Tronca: «Il Campidoglio ha perso più di 100 milioni all'anno»

 Nuovo scandalo affitti a Roma. «Forse, una volta terminato questo lavoro su tutto il patrimonio del Comune arriveremo a proiezioni ben superiori» a una perdita per le casse comunali di 100 milioni all'anno. Così il commissario di Roma Francesco Paolo Tronca risponde a Uno Mattina, sul caso delle case del Comune in affitto a prezzi stracciati. «Dobbiamo svolgerlo in tempi rapidissimi e con la tecnologia più avanzata». «Le zone grigie secondo noi ci sono. Il censimento prevede decine di migliaia di appartamenti di proprietà del Comune, ma quanti sono quelli che non sono caricati nel censimento e sfuggono alla nostra attenzione? Questa è la sfida».

«Il problema è di metodo e etica, per quanto riguarda l'etica noi questa volta dobbiamo andare fino in fondo, perchè lo dobbiamo ai romani ma anche ai dipendenti dell'amministrazione: dobbiamo far vedere che certe cose si possono fare se si vogliono fare. Poi è un problema di metodo, come farle? Oggi abbiamo strumenti che non avevamo anni fa.
Stiamo lavorando incrociando le banche dati, un sistema che deve essere implementato, magari con una piattaforma informatica dedicata», continua il commissario  Tronca. Interpellato sul caso di una anziana che paga di affitto 8,27 al mese ma prende solo 400 euro di pensione, risponde: «I casi vanno analizzati puntualmente anche da un punto di vista sociale. Ci sono situazioni che devono essere supportate».

Se riuscirà a vincere questa 'sfidà nei mesi che restano del commissarimento? «Proveremo a farcela in tutti i modi - ha risposto Tronca -, ce la dobbiamo fare perchè si tratta di dare un segnale molto forte. Poi bisogna andare avanti».

Le verifiche «Abbiamo deciso di cominciare con una squadra ad occuparci di questo. Questa squadra si è raddoppiata ora probabilmente si triplicherà, perchè dobbiamo individuare questi immobili». «Vedremo tutti i municipi senza fermarci. I 574 casi riguardano il municipio I, ora partiranno delle squadre - aggiunge - che faranno accertamenti su pratiche delle singole locazioni, verifiche sul campo e poi vedremo di capire quali sono le reali dimensioni del fenomeno». «Non sta a me accertare le responsabilità finali - chiarisce Tronca - Dove rileverò situazione di anomalia, sarà la magistratura ordinaria e contabile a valutare caso per caso».
Mercoledì 3 Febbraio 2016 - Ultimo aggiornamento: 04-02-2016 08:13

© RIPRODUZIONE RISERVATA

COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 20 commenti presenti
2016-02-05 08:06:22
visto che c'è l'elenco sappiamo cosa fare...
2016-02-05 00:19:43
Tronca ad un certo punto, lascerà perchè succederà qualcosa che vorrà qualcuno perchè tutto si sfumi e ritorni come prima ---in poche parole il ragno resterà nel....buco
2016-02-04 14:35:24
Bravo Tronca, era l'ora che qualcuno mettesse mano a queste vergognose disparità di trattamento! Si è capito, ci vuole un non politico per tirare a galla questa ignobile situazione che era ben nota a tutti da decenni. E a noi intanto aumentano le tasse...
2016-02-04 12:30:21
Marino se ne era accorto e lo hanno cacciato.
2016-02-04 09:04:21
Tronca sta a fa la scoperta dell'acqua calda.Tanto di cappelllo a Tronca. L'elenco delle case è scto manco dopo 24 ore dalla notizia, qualcuno c'e' l'aveva in cassetto, in attesa che scoppiasse il bubbone.Queste cose ci sono state, ci stanno e ci saranno sempre, tanto alla gente non gliene frega, finchè possono usufruire o mangiare alle spalle degli altri lo fanno; sanno che all'uscita dello scandalo, indagini esecuzione e processi ci passano anni, e con l'aiuo dell'avvocaticchio o del giudice amico , la faranno franca.E' una presa per il sedere a tutta Roma.
QUICKMAP