La Coppa Città di Rieti ha chiuso
la stagione volovelistica al Ciuffelli:
tutte le classifiche finali

I premaiti della Coppa Città di Rieti
di Giacomo Cavoli

RIETI - L'aria fredda proveniente da nord ovest aveva in effetti tutte le intenzioni di guastare l'ultima giornata di volo della Coppa Città di Rieti, ma l'anticiclone africano che per venti giorni ha garantito la perfetta estate del volo a vela reatino ha salvato anche l'ultima giornata di gara al Ciuffelli. Così, dopo l'inizio del primo agosto con la Coppa Internazionale del Mediterraneo, la fine della Coppa Città di Rieti svuota l'aeroporto di via Rosatelli dei suoi protagonisti concludendo, di fatto, le due competizioni estive reatine organizzate dall'Aero Club Rieti. A gestirle per il secondo anno consecutivo, la direzione gara di Aldo Cernezzi, impegnata quest'anno a schivare i numerosi incendi che hanno interessato i percorsi di volo dei volovelisti lungo l'Italia centrale e tentando il decollo dal lato nord della pista nell'unica giornata di forte vento in coda agli alianti. Due i raggruppamenti in cui era divisa la Coppa Città di Rieti, dove ai mezzi più performanti era stato riservato il Gruppo B.
 

IL PODIO DEL GRUPPO A

Il colpo di scena che aveva letteralmente rovesciato gli equilibri ai vertice del podio nel Gruppo A era arrivato già prima dei decolli di sabato, quando i due francesi in testa al gruppo - Louis Bouderlique e Guillaume Girrard - rispettivamente numero 5 e 15 del ranking mondiale Fai - hanno deciso di rinunciare alle ultime due giornate di gara, dopo il presunto errore nella prenotazione da parte dell'albergo cittadino dove i due piloti, insieme alle rispettive famiglie, avevano scelto di alloggiare per trascorrere le vacanze e gareggiare a Rieti.

Per errore non sarebbero infatti state registrate le ultime due notti di pernottamento fino a domenica, costringendo i due piloti a lasciare le camere nella giornata di sabato, scegliendo di rinunciare alla sistemazione in un altro albergo e anche all'aiuto offerto dalla direzione gara di Aldo Cernezzi per restare a gareggiare. Nei due ha quindi forse prevalso anche la stanchezza e la voglia di tornare a casa dopo quasi un mese intero di competizione, impegnati fin da dopo la metà di luglio nel campionato europeo in Repubblica Ceca e poi subito dritti fino a Rieti, senza passare per casa.
 

Così, depennati di Bouderlique e Girrard, il grande balzo in avanti era stato quello, meritatissimo, di Vittorio Pinni e Paola Lanzieri, che su Duo Discus avevano occupato la posizione detenuta da Bouderlique. Dietro di loro, l'aggressivo Mattia Costa e, terzi, la coppia composta da Luca Urbani e Marco Scarafoni, in una classifica che, esclusi i francesi, rispecchiava le capacità espresse in sei giornate di volo. Naturalmente, l'imprevisto nell'ultimo task non è mancato: a finire fuoricampo domenica pomeriggio, a pochi chilometri dalla pista del Ciuffelli e poco prima del rientro, è stato Mattia Costa, atterrato in un campo a via Pratolungo, nella Piana reatina, vanificando così lo sforzo di mantenere il distacco su Urbani e Scarafoni e provare forse a scalzare anche Pinni e Lanzieri.

Primo posto, quindi, al duo del Parma Soaring, già reduce dalla Coppa Internazionale del Mediterraneo, seconda piazza per il medico reatino Luca Urbani - lui invece tornato dalla piovosa trasferta ai campionati europei in Repubblica Ceca - in coppia con Marco Scarafoni (che non volano al top dell'ultima giornata, chiudendo sesti) e terzo Mattia Costa, pochissimi punti racimolati e bronzo comunque in tasca, per un podio tutto italiano.
 

LA VITTORIA NEL GRUPPO B

Dopo quattro anni di assenza dalle gare reatine è tornato Riccardo Brigliadori, stravincendo nel Gruppo B persino sul temibile Giorgio Galetto e dietro, terzo, il vice-presidente internazionale Fai, Alvaro De Orleans. Una classifica giornaliera molto più altalenante della prima, dove per Galetto il podio di giornata era arrivato soltanto alla seconda e sesta gara e dove, nel frattempo, nella grande incertezza andata in volo si alternavano un po' tutti, dall'austriaco Werner Danza ad Egidio Babbi, insieme all'inglese Jon Gatfield, un duo romeno e il contorno di qualche tedesco. A conti fatti, una classifica già determinata dalla vittoria di Brigliadori, anche lui reduce dalla Repubblica Ceca e sempre presente sul podio giornaliero tranne che per il quarto posto di sabato, per un attimo inseguito anche dalla coppia di azzurri Vittorio Squarciafico e Davide Schiavotto.
 

PROMOZIONE

Con un giorno d'anticipo si è chiusa sabato anche la gara di Promozione organizzata dall'Aero Club Centrale. Per il primo classificato, la possibilità di accedere alle gare nazionali, mentre per tutti gli altri la speranza di poter iniziare a gareggiare sul suolo italiano dipendeva dal raggiungimento dell'ottanta per cento del punteggio del primo classificato. Così, sugli otto piloti iscritti (Giampiero Poggi, Giuliano Varroni, Gaetano Benincasa, Marino Iannelli, Antonio Di Stasi, Roberto Nivini, Patrizia Roilo e Maria Antonietta D'Angela) hanno avuto accesso alla categoria nazionale in quattro: Varroni, Nivini, Di Stasi e Benincasa.

Task e classifiche all'indirizzo: http://www.soaringspot.com/en_gb/coppa-citta-di-rieti-rieti-2017/

Lunedì 21 Agosto 2017 - Ultimo aggiornamento: 08:33

© RIPRODUZIONE RISERVATA

COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti
QUICKMAP