Rieti, focus sull'area archeologica
di "Paduli" di Colli sul Velino
al Museo Civico di Rieti

La locandina
RIETI - Le recenti campagne di scavo condotte dalla Sapienza Università di Roma nel sito di Paduli (Colli sul Velino, RI), hanno messo in luce un abitato perilacustre frequentato dal XVIII al IX sec. a. C.. Il sito è parte di un ampio sistema di insediamenti che occuparono nell’età del bronzo la Piana di Rieti ed il bacino di Piediluco in modo stabile e capillare. Non si conosce il nome delle genti che occupavano questo territorio prima dei Sabini, tuttavia, Varrone nelle Antichità spiega che i mitici predecessori dei Sabini nel reatino erano gli Aborigeni che vissero in un orizzonte cronologico ascrivibile all’età del bronzo. Nella tradizione letteraria antica gli Aborigeni occupano un posto di primo piano infatti li ritroviamo come uno dei popoli autoctoni del Lazio il quale unitosi ai troiani di Enea diedero vita al popolo dei Latini. La conferenza, venerdì 15 settembre alle 17.30, presso la sezione Archeologica del Museo Civico, con l'archeologo Carlo Virili, cercherà di correlare le evidenze archeologiche con la tradizione letteraria dell’ “archeologia reatina” di Varrone.
Gioved├Č 14 Settembre 2017 - Ultimo aggiornamento: 11:42

© RIPRODUZIONE RISERVATA
COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti
QUICKMAP