Rieti, tra Comune e Quadrifoglio
lite senza fine: dopo l'ex Manni
in arrivo altri decreti ingiuntivi

di Massimo Cavoli
RIETI - L’ultima volta, prima di rinviare la causa, il giudice ha caldamente invitato le parti a trovare un accordo per definire la vertenza tra la cooperativa Quadrifoglio e il Comune, originata dai crediti che la prima rivendica e che hanno portato il tribunale, su richiesta della società, a emettere tre decreti ingiuntivi per quanto riguarda la gestione dell’ex Manni, quella dei disagiati psichici (2007-2012) e per altre somme non corrisposte e finite tra i debiti fuori bilancio.

Sono gli ultimi capitoli - spinosissimi - di una lite che sembra senza fine e che, al momento, ha visto la definizione solamente del contenzioso relativo alla gestione della casa di riposo, con il Comune che nel periodo precedente alle elezioni ha pagato un milione e seicentomila euro (importo comprensivo di interessi e altre voci) dopo che la cooperativa aveva pignorato i fondi destinati all’ente presso la Regione Lazio.

Adesso la cooperativa Quadrifoglio e il Comune, con il nuovo sindaco Antonio Cicchetti, si ritroveranno di nuovo in tribunale il 7 novembre per discutere nel merito le altre richieste di pagamento avanzate dal Piemonte.

TUTTI I PARTICOLARI NELL'EDIZIONE
DE IL MESSAGGERO DI RIETI
IN EDICOLA MARTEDI' 18 LUGLIO

 
Lunedì 17 Luglio 2017 - Ultimo aggiornamento: 20:42

© RIPRODUZIONE RISERVATA

COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti
QUICKMAP