Rieti, Davide Re vola al Terminillo
verso i Mondiali di Londra

Davide Re
di Lorenzo Bufalino
RIETI - Ieri al campo d’altura Enrico Leoncini di Terminillo è andata in scena la “caccia al minimo”, manifestazione organizzata per gli atleti top della nazionale e non solo che si sono cimentati nelle gare di 200 e 400. Questa manifestazione apposta voluta a Terminillo per ottime condizioni che la pista in altura può offrire, arriva dopo la splendida prima edizione del meeting per rappresentative regionali “sulla vetta del Terminillo” che ha portato sulla montagna reatina un gran quantitativo di ragazzi e persone da tutto il centro Italia. Il campo d’altura si sta rilanciando ed insieme alle gare erano presenti anche le telecamere Rai per la “Vita in diretta” che hanno accompagnato l’attività dei ragazzi di Amatrice impegnati nel raduno di “sport senza frontiere”.

A Terminillo ieri ottime notizie per l’atletica Italia sono arrivate dal finanziere Davide Re, atleta che ormai da quasi un anno si allena alla corte di Chiara Milardi al Raul Guidobaldi. Il ragazzo che studia anche medica all’università di Torino, dopo alcuni anni di buio che lo stavano portando a lasciare l’atletica, ha ritrovato a Rieti la serenità, la condizione e la voglia di correre che tanto gli erano mancate. Re provava a stabilire il minimo per i mondiali di Londra nei 400 metri e così è andata. In una gara che vedeva anche i compagni di squadra Michele Tricca e Marco Lorenzi, Re ha tirato dritto sin dall’uscita dai blocchi e con un’eccellente conduzione di gara riesce a scendere sotto il 45.50 richiesto dalla federazione. Chiuderà alla fine a 45.40, nuovo primato personale e ottava prestazione assoluta in Italia. Nei 200 peccato per l’altro finanziere Fausto Desalu che nella sua gara ha trovato condizioni non ottimali per scendere sotto i 20.40 del minimo fermandosi a 20.85.
Venerd├Č 21 Luglio 2017 - Ultimo aggiornamento: 09:57

© RIPRODUZIONE RISERVATA

COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti
QUICKMAP