Roma, Padre Pio: spoglie arrivate a San Pietro

Le spoglie di Padre Pio e di san Leopoldo Mandic sono giunte in piazza San Pietro, dopo una lunga processione religiosa partita da San Salvatore in Lauro, la chiesa dedicata proprio alla devozione del frate di Pietrelcina divenuto santo, da parte dei fedeli romani. Ad accogliere le due teche in cristallo, seguite da migliaia di fedeli in processione fino a via della Conciliazione, è il cardinale Angelo Comastri, arciprete della Basilica Vaticana. L'evento è inserito nell'ambito del Giubileo straordinario della misericordia e domani Papa Francesco terrà un'udienza generale in piazza San Pietro, dedicata proprio ai gruppi di preghiera di Padre Pio e ai fedeli di San Giovanni Rotondo, la cittadina pugliese dove sono custodite le spoglie del santo.

Circa ventimila persone tra devoti, fedeli, turisti e semplici cittadini hanno preso parte alla processione con cui i corpi di San Pio e di San Leopoldo Mandic hanno ragigunto la Basilica di San Pietro dopo essere partiti dalla chiesa di San Salvatore in Lauro dall'altro lato del Tevere. Il dato non è ufficiale ma si riferisce alla stima al momento operata dalle forze dell'ordine che stanno coordinando l'evento che ha causato anche disagi per il traffico per la temporanea chiusura di un tratto di Lungotevere
.



Disagi per il traffico a causa della temporanea chiusura di un tratto del lungotevere Tor di Nona. Transennate invece le aree intorno a Via dei Coronari e Via dei Vecchiarelli dove si sono svolti gli eventi centrali del mattino legati alla ostensione per il Giubileo dei due santi. Grande partecipazione della folla e dei fedeli ma anche qualche lamentela da parte dei negozianti molti dei quali hanno deciso di chiudere anticipatamente i propri esercizi vista la manifestazione.

«Padre Pio e padre Leopoldo ci parlano attraverso la loro vita: essi hanno vissuto pienamente le beatitudini e ci indicano la strada per sperimentarle anche noi». Con queste parole, il cardinale Angelo Comastri, arciprete della Basilica Vaticana, accoglie le spoglie di san Pio da Pietrelcina e di san Leopoldo Mandic in piazza San Pietro. «Hanno lasciato passare un fiume di misericordia nelle loro mani, restando anche sedici ore al giorno nel confessionale», ricorda il porporato. «È impressionante pensare quante persone hanno trovato la grazia di Dio per mezzo di loro; in quanti hanno ritrovato la pace, la fede, la gioia di credere in Cristo; quanti peccatori sono ripartiti con un cuore nuovo - osserva Comastri - Purtroppo, oggi molti disertano il confessionale. Eppure, il sacramento del perdono è un dono prezioso di Gesù risorto, è un bagno nella misericordia che sana le ferite, che guarisce da ogni paura e che rende felici».

Lamenta il cardinale: «Molti oggi non capiscono più la gravità del peccato, ma il peccato è male perché fa male, perché taglia la nostra comunione con Dio. Soltanto quando un cuore è nella grazia di Dio vede tutte le cose nella luce vera e giusta. Oggi, tutti noi abbiamo bisogno della misericordia di Dio». Esorta Comastri: «Il Giubileo sia occasione propizia per ritrovare il fervore della fede e l'entusiasmo missionario che ha caratterizzato tutta la vita di San Pio e San Leopoldo. Questo pellegrinaggio nel cuore della Chiesa cattolica - conclude l'arciprete della Basilica Vaticana - ci ottenga il dono tanto desiderato della pace nel mondo, nelle famiglie e nei nostri cuo


 
Venerdì 5 Febbraio 2016 - Ultimo aggiornamento: 06-02-2016 14:57

© RIPRODUZIONE RISERVATA
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 7 commenti presenti
2016-02-05 17:06:43
portare in giro e venerare cadaveri che cosa ha a che fare con la spiritualità nel 2016? Perchè dopo che Nietzsche disse dio è morto, nel giro di un secolo, la società non è riuscita ad evolversi ma è invece regredita? perchè in italia questa involuzione è così accentuata? perchè a chi conesce bene le risposte non è permesso di dirle?
2016-02-05 18:28:50
ma cosa puoi fare in una nazione con cittadini pronti a passare il fazzolettino sui santi piedi del santo seguace della santa chiesa...he he he
2016-02-05 19:30:24
La teooria medievale delle reliquie è che i resti umani emanano fluidi benefici che si possono afferrare con la vicinanza o il
2016-02-05 19:54:16
Casomai i resti di Padre Pio sono una scheletro. Non so se c'e' gente che addirittura venera il suo scheletro ma contenti loro. Questo non significa che la nostra societa' non si sia evoluta solo perche' a qualcuno e' rimasta la speranza di un aiuto soprannaturale attraverso la preghiera.
2016-02-05 20:40:27
Sarà, ma ho rispetto e devozione per l'unico vero Santo... San Francesco! Il santo di Assisi e no il prossimo futuro probabile...
7
QUICKMAP